BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Bando periferie, Gori: “Il premier Conte mantenga gli impegni presi”

L’ordine del giorno giunge a seguito della decisione del governo di rinviare al 2020 lo stanziamento dei fondi per i progetti di 296 comuni italiani

Dopo la decisione inserita nel decreto “Milleproroghe” da parte del governo di sospendere i finanziamenti a 96 città, si torna a parlare di bando periferie e lo si fa all’interno della seduta del Consiglio Comunale di Bergamo di lunedì 8 ottobre nella quale la maggioranza ha prese tanto un ordine e del giorno a riguardo.

“Benché Bergamo non sia stata interessata dal provvedimento, abbiamo deciso di esprimere la nostra solidarietà agli altro 326 comuni coinvolti che si sono visti bloccati i finanziamenti, dei quali anche 96 città capoluogo – spiega il sindaco di Bergamo Giorgio Gori-. Lo scorso 11 settembre il primo ministro Giuseppe Conte aveva espresso il proprio impegno di inserire nel primo decreto possibile uno stanziamento di fondi per quei progetti, tuttavia ad oggi non si è fatto nulla, per cui impegniamo sindaco e giunta affinché si facciano pressioni perché l’impegno venga rispettato”.

Critiche le opposizioni che hanno espresso voto contrario all’ordine del giorno, con l’ex sindaco Franco Tentorio che si è detto “fiducioso” nell’operato del premier e nella possibilità di mantenere l’impegno dato, e con il capogruppo della Lega Alberto Ribolla, il quale ha sottolineato come la scelta presa dal governo riguardi un’analisi più approfondita dei progetti presentati: “Con i fondi ricavati il ministero ha scelto di liberare gli avanzi amministrazione di tutti i comuni d’Italia, non soltanto di 296. I progetti che sono stati finanziati si presentano sicuramente validi, tuttavia fra gli altri ci troviamo di fronte a casi di proposte alcune poco utili, altre ridicole – sottolinea l’esponente del Carroccio – Per questi motivi il governo si è preso più tempo per analizzare più approfondimento i progetti e decidere sulla loro necessità o meno”.

© Riproduzione riservata

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.