Quantcast
Riecco i Mercatanti: sul Sentierone golosità dall'Europa; ospiti Messico, Brasile ed Eritrea - BergamoNews
Bergamo

Riecco i Mercatanti: sul Sentierone golosità dall’Europa; ospiti Messico, Brasile ed Eritrea

Appuntamento da giovedì 11 a domenica 14 ottobre.

Sul Sentierone tornano i “Mercatanti in Fiera”. L’iniziativa, giunta alla 17esima edizione, si terrà da giovedì 11 a domenica 14 ottobre dalle 9.30 alle 24 nel cuore di Bergamo, con inaugurazione l’11 alle 11.30.

Le specialità di tutta Europa invaderanno il centro città per celebrare con gusto e allegria l’inizio dell’autunno, grazie alla manifestazione ideata e organizzata da Promozioni Confesercenti. Un evento ormai entrato nel cuore dei bergamaschi e dei turisti, che pone Bergamo tra le mete irrinunciabili per gli amanti del cibo da strada.

L’appuntamento con i Mercatanti attrae anche i numerosi amanti dello shopping di qualità: dai quattro angoli del continente arriveranno oggetti artigianali di pregio, realizzati rigorosamente a mano.

La manifestazione dei commercianti ambulanti, organizzata secondo severi criteri di sostenibilità e qualità, ha il merito riconosciuto di valorizzare il centro cittadino, con riflessi positivi anche sulle attività fisse. Sono infatti attese più di 120 mila persone. “Ogni anno i Mercatanti portano allegria e prodotti artigianali nel centro di Bergamo – spiega Giulio Zambelli, presidente di Promozioni Confesercenti – Come sempre va sottolineato che l’offerta dei venditori ambulanti non va a sovrapporsi a quella dei negozi e dei bar del centro: l’evento richiama decine di migliaia di visitatori e le ricadute, anche stavolta, saranno positive per tutti gli operatori economici. Anzi, per i negozi e per le strutture ricettive del territorio rappresenta un’opportunità da cogliere, considerando il notevole movimento che crea”.

“I Mercatanti, che sono una delle iniziative più attese e di maggior richiamo per la città – commenta il sindaco Giorgio Gori – hanno uno spirito fortemente europeista, che mostra come le attività commerciali possano essere un legante tra realtà diverse. Inoltre, riportano il Sentierone alla sua vocazione originaria: infatti, prima di assumere la fisionomia attuale, era sede della fiera della città. L’architetto Piacentini ne ha fatto un centro direzionale a inizio del Novecento, uno spazio fatto di banche e uffici. Il genius loci del Sentierone riaffiora con i Mercatanti, iniziativa che ne riscopre la vocazione commerciale. Sono felice di sottolineare l’impegno degli organizzatori nell’alzare il livello qualitativo della manifestazione, raccogliendo una precisa richiesta dell’amministrazione comunale. Anche per questo motivo il successo della kermesse è cresciuto in questi anni. Colgo l’occasione infine per evidenziare la collaborazione con il commercio in sede fissa, in particolare bar ristoranti e attività ricettive”.

Giorgio Gori e Giulio Zambelli

Complessivamente saranno 19 le nazioni rappresentate, con importanti assaggi della cucina africana e delle specialità nostrane, molte delle quali a km zero. Sul Sentierone ci saranno infatti da una parte le proposte del ristorante eritreo Dahlak, che i bergamaschi già conoscono e apprezzano da anni. Dall’altra, ci sarà la possibilità di assaporare anche i prodotti tipici di 13 regioni italiane, oltre naturalmente alle squisitezze “made in Bergamo”. Per la prima volta ospite speciale della manifestazione sarà la Taverna Valtellinese, che proporrà le sue rinomate specialità: pizzoccheri, bresaola e carne al bastone. Tra le novità a “km zero”, anche le lumache di un’azienda biologica di Calcinate.

Insomma, sarà un percorso gastronomico interessante e più variegato che mai. La sfida di sapori sarà tutta da gustare: sul Sentierone arriveranno venditori ambulanti provenienti da Spagna, Francia, Inghilterra, Germania, Austria, Olanda, Belgio, Irlanda, Grecia, Russia, Ungheria e Polonia. Wurstel, birra, vini, paella, carne alla brace e biscotti olandesi rappresentano le appetitose certezze, mentre tra le “new entry” spiccano i cioccolatini belgi e il prelibato caviale russo. A impreziosire il tutto, poi, ci saranno sfiziosità da Brasile e Messico, ospiti extraeuropei di quest’anno.

La rassegna, organizzata da Promozioni Confesercenti in collaborazione con il Comune di Bergamo, è entrata nella tradizione dei grandi eventi bergamaschi. Nata nel 1999, inizialmente si svolgeva ogni due anni. Ma il successo riscontrato rese inevitabile il passaggio a una cadenza annuale. Da tre anni la rassegna dura quattro giorni, per consentire a bergamaschi e turisti di gustarsi senza fretta le più gustose specialità europee.
Un “menù” ben assortito e di qualità, che i visitatori potranno godersi in serenità: gli standard igienici e sanitari sono infatti elevati. L’organizzazione provvede a fornire un decalogo agli ambulanti, che sono tenuti ad osservarlo scrupolosamente.

“La manifestazione genera un impatto importante anche per il settore ricettivo – aggiunge Cesare Rossi, direttore di Promozioni Confesercenti -. Sono sempre più numerosi i visitatori che pernottano in città per gustarsi al meglio l’evento. I Mercatanti coinvolgono tutta Bergamo in una grande festa popolare che mantiene le sue caratteristiche di sostenibilità grazie agli sforzi dell’organizzazione”.

Vuoi leggere Bergamonews senza pubblicità?
Iscriviti a Friends! la nuova Community di Bergamonews punto d’incontro tra lettori, redazione e realtà culturali e commerciali del territorio.
L'abbonamento annuale offre numerose opportunità, convenzioni e sconti con più di 120 Partner e il 10% della quota di iscrizione sarà devoluta in beneficenza.
Scopri di più, diventiamo Amici!
commenta

NEWSLETTER

Notizie e approfondimenti quotidiani sulla tua città.

ISCRIVITI