BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

“Dormire di più per studiare meglio”: lo studio americano fa discutere, dicci la tua

Gli studenti di oggI sono sempre più affetti da patologie mentali e fisiche che a quanto pare derivano dalla mancanza di un riposo adeguato e questo influisce nel loro studio

Più informazioni su

Svegliarsi presto la mattina per recarsi a scuola non è mai stato così pesante e a dirlo è uno studio condotto dalle università americane e reso noto dal New York Times.

Gli studenti di oggi, infatti, sono sempre più affetti da patologie mentali e fisiche che a quanto pare derivano dalla mancanza di un riposo adeguato e correlato alle forze spese giornalmente: diabete di tipo 2, cancro, malattie mentali e disturbi dell’apprendimento.

Dormire, oltre ad allungare la vita, rigenera le facoltà mentali e fisiche. Ma perché i ragazzi riposano sempre di meno?
A influire negativamente sulla durata e la qualità del sonno dei più giovani c’è anche l’utilizzo assiduo dello smartphone e dei diversi supporti elettronici che, con il loro schermo a led sopprimono la secrezione di melatonina nel corpo, l’ormone che ci dice che è ora di dormire.

In tutto questo tempo quindi milioni di studenti semi-depressi dal peso dei libri avrebbero erroneamente affidato alle loro scarse capacità intellettive la colpa di non aver capito come tradurre Cicerone o come ricordare un aoristo cappatico.

Ripetizioni pomeridiane, castighi dei genitori e quell’opprimente ansia del compito di matematica alle otto di mattina.
Non eravamo ignoranti, avevamo semplicemente sonno.

"Dormire di più per studiare meglio": sei d'accordo?

Loading ... Loading ...

© Riproduzione riservata

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.