BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Criminalità e sicurezza: Gori chiede alla Regione l’Accademia di polizia locale

L'appoggio all’interrogazione del Consigliere Regionale Carretta per conoscere le tempistiche per l’attivazione dell’Accademia di Polizia Locale promessa in campagna elettorale dal presidente Fontana

Sicurezza urbana e criminalità: il Sindaco Gori, il Vicesindaco Gandi dopo aver scritto una lettera al Ministro Salvini appoggiano l’interrogazione con risposta scritta del Consigliere Regionale Carretta (Lombardi Civici Europeisti) rivolta all’Assessore alla Sicurezza De Corato per conoscere priorità, tempistiche, programmi, iter e stanziamenti previsti per l’attivazione dell’Accademia di Polizia Locale promessa ai bergamaschi in campagna elettorale dal Presidente Attilio Fontana.

“So bene che il tema della sicurezza sta a cuore ai cittadini che, però, hanno il diritto di sapere come questa materia sia di competenza concorrente tra Stato e Regione, oltre che degli Enti Locali; per questo è ora che sia l’Organo Statale sia quello regionale, entrambi composti dal Centro Destra, diano una mano concreta a Bergamo” commenta Carretta.

Dal Programma Regionale di Sviluppo della XI Legislatura si evince che la Giunta intende proseguire “l’azione di coordinamento delle polizie locali dando anche maggiore impulso alla formazione degli organi di polizia con la promozione di corsi residenziali e obbligatori sull’intero territorio regionale”.

L’Accademia di Polizia Locale (APL) è un’istituzione a vocazione regionale avviato nel 2009 in attuazione di quanto previsto dalla l.r. 4/2003 “Riordino e riforma della disciplina regionale in materia di Polizia Locale e sicurezza urbana.

“Stiamo esprimendo il massimo dell’impegno per innovare e rendere più efficiente il Corpo di Polizia Locale di Bergamo. – spiega il Sindaco Giorgio Gori – In questi ultimi anni l’Amministrazione ha lavorato per riorganizzare il Corpo e aumentare e migliorare il presidio delle strade da parte dei nostri agenti, non solo attraverso nuove assunzioni, ma anche migliorando le dotazioni tecnologiche a loro disposizione, distinguendoci in Italia per diverse iniziative innovative (come la app 1SAFE, l’uso dell’autoscan, l’istituzione della vigilanza notturna, l’adozione per primi del decreto Minniti e altro ancora). Ci interessa molto quindi poter avere in città l’Accademia della Polizia Locale, istituzione che rappresenterebbe ulteriore impulso per una migliore formazione degli agenti del Comune di Bergamo”.

“Il tema della sicurezza urbana è uno di quelli su cui stiamo lavorando con maggiore impegno in città. Proprio in questi giorni sono state portate a termine importanti operazioni che nascono dalla sinergia delle Forze dell’Ordine con l’Amministrazione comunale. Per questo motivo vogliamo continuare a migliorare, consapevoli che ci sono ancora problemi da affrontare e risolvere. Siamo inoltre al lavoro per costruire con la Prefettura il patto per la sicurezza urbana, come abbiamo scritto nella lettera indirizzata al Ministro Salvini, risultano essere utilissimi perché riescono a mettere nero su bianco i termini della collaborazione, in materia di sicurezza, tra le Istituzioni del territorio. È fondamentale ora, soprattutto alla luce delle Linee Guida del Decreto Sicurezza del Ministero dell’Interno, che i Comuni non siano lasciati da soli a contrastare criminalità e degrado: abbiamo bisogno di risorse e di qualunque strumento possibile. L’Accademia della Polizia Locale ci può aiutare a farlo” conclude il Vicesindaco e Assessore alla Sicurezza Sergio Gandi.

L’Assessore De Corato avrà dunque, 20 giorni per rispondere all’ITR promossa dal consigliere Carretta, specificando anche le priorità di attuazione dello snellimento dell’iter amministrativo per i Comuni post assunzione.

© Riproduzione riservata

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.