BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Gleno, si amplia la casa di riposo: in arrivo una struttura per malati di Alzheimer

Il progetto permetterà di convertire la destinazione di un’area prevista come residenziale in socio - sanitaria

La Casa di Ricovero “Santa Maria Ausiliatrice” di via Monte Gleno si amplia e lo fa con la costruzione di una struttura dedicata alla cura dei malati di Alzheimer.

Il progetto, presentato nel corso della terza commissione consiliare del Comune di Bergamo riunitasi nella serata di mercoledì 3 ottobre, rientra nell’atto integrativo dell’accordo di programma fra la Fondazione Carisma Onlus e l’amministrazione comunale sottoscritto nel 2009: “La decisione presa dalla Fondazione Carisma permetterà di convertire circa 7.000 metri quadrati con destinazione residenziale a una destinazione di tipo sanitario – assistenziale e che permetterà quindi di creare nella stessa area una struttura per l’accoglienza di persone affette da questa malattia – spiega l’assessore alla pianificazione territoriale Stefano Zenoni -. Si è deciso inoltre di prolungare oltre la lunghezza canonica dei dieci anni l’accordo di programma viste anche le intenzioni espresse dalla Fondazione in merito a possibili successivi investimenti in questo campo”.

“Con questa operazione la Fondazione perde una fonte di rendita in quanto viene utilizzata una parte che sarebbe stata destinata alla vendita degli edifici che sarebbero stati costruiti, tuttavia la decisione arriva in quanto una struttura di questo genere serve a una città come Bergamo con tassi di invecchiamento da non sottovalutare – sottolinea il direttore generale di Fondazione Carisma Onlus Fabrizio Lazzarini -. All’interno della struttura vi sarà con ogni probabilità la presenza di un giardino accessibile ai pazienti, mentre stiamo pensando alla possibilità di creare un centro diurno dedicato a loro”.

Dando uno sguardo al futuro, potrebbe non fermarsi l’ampliamento della Casa di Ricovero, dove potrebbe sorgere un edificio dedicato all’housing sociale: “Ad ora è soltanto un’idea, tuttavia nel caso si decidesse di procedere si giungerebbe alla creazione di una serie di alloggi dedicati ad anziani autosufficienti, ma che presentano necessità di assistenza” conclude Lazzarini.

© Riproduzione riservata

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.