BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

“Io non rischio”, la provincia di Bergamo accoglie la campagna della Protezione Civile

L’iniziativa permetterà ai cittadini di conoscere dalla voce dei volontari della Protezione Civile le buone pratiche per la prevenzione di rischi naturali

Torna anche quest’anno “Io non rischio”, la campagna informativa promossa dal Dipartimento della Protezione Civile nazionale che vedrà interessata Bergamo e la sua provincia nelle giornate di sabato 13 e domenica 14 ottobre.

L’iniziativa, dedicata alla diffusione della cultura della prevenzione dei rischi naturali che interessano il nostro paese, vedrà i volontari della Protezione Civile per sensibilizzare i cittadini sui rischio sismico, alluvione e maremoto e per divulgare le buone pratiche da svolgere in funzione di prevenzione.

“Nella giornata di sabato 13 ottobre verrà disposto in Piazza della Libertà quattro gazebi informativi, dei quali uno del Comune di Bergamo dove sarà possibile consultare il piano di rischio comunale e uno dedicato ai bambini, inoltre sarà presente anche una tenda finalizzata a mostrare un allestimento pratico da applicare nelle case in caso di terremoto o alluvione – illustra Simona Caragliano, responsabile del Gruppo Comunale dei Volontari di Protezione Civile del Comune di Bergamo, a cui si aggiungono le parole di Pinuccia Marini, funzionaria del dipartimento provinciale di Protezione Civile -. Il 14 ottobre le nostre organizzazioni saranno presenti in altri punti della provincia di Bergamo come il Centro Commerciale ‘Alle Valli’ di Seriate, il ‘Le due Torri Shopping Center’ di Stezzano, all’interno di piazza Garibaldi a Osio Sopra e nel Centro Sportivo Comunale di Paladina. I volontari che prenderanno parte a questa manifestazione hanno seguito un percorso di formazione triennale conclusosi il 22 settembre, mentre l’iniziativa vedrà come testimonial “Il Vava” che sarà presente nella giornata di sabato 13”.

“Io non rischio” permetterà anche di conoscere al meglio i rischi che coinvolgono la nostra provincia e il suo capoluogo, dove si riscontrano alcuni rischi di diverso genere, come osserva Simona Caragliano: “L’area in cui è posto il Comune di Bergamo presenta un rischio sismico di classe 3, quindi medio – basso, tuttavia esistono rischi idraulico per allagamenti e di frane in alcuni punti del Parco dei Colli di Bergamo. Oltre a ciò fra i rischi naturali vanno considerati casi di eventi eccezionali come nevicate, piogge e temporali forti, mentre fra i rischi ‘impropri’ rientrano quello ferroviario, industriale indotto, di incidente aereo e di trasporto pericoloso”.

In conclusione, dando uno sguardo al futuro, centro per le iniziative di sensibilizzazione potrebbe diventare la nuova sede del dipartimento della Protezione Civile di Bergamo, come sottolinea il vicesindaco di Bergamo Sergio Gandi: “Da parte nostra va un grande ringraziamento per il lavoro svolto dai volontari che mettono a nostra disposizione tempo e pazienza. Una delle maggiori soddisfazioni che potrei avere di qui alla fine del mio mandato è quella di inaugurare la nuova sede della Protezione Civile che potrebbe diventare il fulcro per le attività informative”.

© Riproduzione riservata

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.