BergamoNews it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Salute

Informazione Pubblicitaria

Humanitas, al Centro Congressi incontro sull’oncologia

L'appuntamento è sabato 29 settembre.

La gestione del paziente oncologico oggi, tra ricerca e pratica clinica” è il titolo del congresso che Humanitas Gavazzeni ha organizzato per sabato 29 settembre al Centro Congressi di viale Papa Giovanni 106, dalle 9 alle 13.30.

La direzione scientifica è di Giordano Beretta, responsabile Unità Operativa di Oncologia Medica, Emilio Bombardieri, direttore Scientifico, e Orlando Goletti, responsabile Unità Operativa di Chirurgia Generale di Humanitas Gavazzeni.

Il Congresso porterà in città rappresentati nazionali delle associazioni e società scientifiche attive nella lotta a cancro (AIOM, AIRTUM, AIRO, SICO,GIOGER), che insieme ad ATS Bergamo e Regione Lombardia e agli specialisti di Humanitas Gavazzeni, faranno il punto sull’avanzamento delle conoscenze diagnostiche e terapeutiche. Spazio quindi ai dati (ATS di Bergamo presenterà gli ultimi  dati del Registro Tumori – Servizio Epidemiologico Aziendale), ai nuovi farmaci e tecniche chirurgiche, ai trattamenti a partire dalla radioterapia, alla problematica del paziente anziano. Al centro del dibattito anche la ricerca in campo immunologico, con particolare attenzione alla presa in carico del paziente oncologico a fronte delle numerose opzioni terapeutiche che la ricerca di base propone.

“Gli avanzamenti della moderna oncologia partono dalla disponibilità di nuovi farmaci e di nuove strategie terapeutiche – dice Giordano Beretta, responsabile Unità Operativa di Oncologia Medica di Humanitas Gavazzeni-.In questo ambito assume un ruolo preponderante la multidisciplinarietà e l’interdisciplinarietà che consentono di poter utilizzare al meglio tutte le armi terapeutiche disponibili, siano esse farmacologiche, radioterapiche, chirurgiche o basate su trattamenti loco regionali. La discussione collegiale consente di ottenere nel singolo paziente la migliore strategia terapeutica disponibile ottimizzando l’impiego di ognuna delle terapie disponibili, sia in termini di sequenza terapeutica che di integrazione e potenziamento tra loro.In Humanitas Gavazzeni sono pertanto attivi diversi gruppi multidisciplinari in cui vengono discusse le principali patologie al fine di fornire ad ogni caso la migliore opzione”.

“Da un punto di vista strettamente chirurgico, al di là dell’evoluzione della laparoscopia e della toracoscopia che consentono un approccio mininvasivo in gran parte dei tumori addominali e toracici, la possibilità di utilizzare in sede intraoperatorie tecniche come l’ecografia intraoperatoria e la termo ablazione dei tumori (epatici e non solo) consente di rendere curabili neoplasie e pazienti una volta considerati inoperabili molto spesso con approccio completamente mini invasivo, laparoscopico – spiega Orlando Goletti, responsabile Unità Operativa di Chirurgia Generale di Humanitas Gavazzeni-. L’integrazione delle nuove tecniche chirurgiche e dei nuovi protocolli oncologici con le nuove tecniche terapeutiche, ad esempio la radioterapia stereotassica dei tumori polmonari ed epatici o le tecniche di radiologia invasiva, portano a un approccio innovativo, integrato e multidisciplinare che migliora la sopravvivenza del paziente con notevole riduzione della invasività”.

“L’attività di ricerca di Humanitas Gavazzeni si svolge in ambito clinico – afferma Emilio Bombardieri, direttore Scientifico di Humanitas Gavazzeni-. Ad oggi stati deliberati 173 protocolli di ricerca di cui il 56% interventistici e il 46% osservazionali. Molti di questi protocolli sono studi multicentrici internazionali di tipo farmacologico, alcuni di essi registrativi per approvazione FDA. La distribuzione degli studi clinici secondo disciplina è la seguente: 56% in ambito Oncologico, il 18% in ambito cardiologico, e il 26% in ortopedia, neurologie e altri ambiti. Tali studi hanno prodotto nell’ultimo anno 143 pubblicazioni scientifiche su riviste con Impact Factor, di cui 58% su argomenti oncologici, il 15% su argomenti cardiologici, il 27% su argomenti  diversi tra cui Ortopedia, Neurologia e Urologia”.

Il congresso, a partecipazione gratuita e accreditato ECM, si rivolge a Medici di assistenza primaria e Specialisti. È possibile ancora iscriversi contattando la segreteria organizzativa di Formazione ECM – Humanitas Gavazzeni, tel. 035.4204787 – Fax 035.4204919, email: formazione.ecm@gavazzeni.it

© Riproduzione riservata

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.