Quantcast
Treviglio: il Consiglio dice no alla gratuità per disabili dei parcheggi blu - BergamoNews
Botta e risposta

Treviglio: il Consiglio dice no alla gratuità per disabili dei parcheggi blu

Bocciata la mozione delle minoranze che insisteva sulle difficoltà per chi ha problemi di mobilità di accedere al parcometro.

Treviglio, in consiglio comunale altro no alla gratuità dei parcheggi blu ai disabili. Durante l’assemblea cittadina di martedì 25 settembre i consiglieri di minoranza Laura Rossoni e Stefano Sonzogni (Pd), Erik Molteni e Cristina Ronchi (lista Molteni sindaco) – hanno presentato una mozione per chiedere la gratuità degli stalli a pagamento per i disabili. La mozione è arrivata dopo una serie di polemiche scoppiate nei giorni scorsi e legate appunto al pagamento dei posteggi “blu” da parte dei disabili, che in alcune città, ma non a Treviglio, sono gratuiti per i diversamente abili.

“Quella dell’amministrazione trevigliese è una scelta, non c’è nessuna imposizione di legge – esordisce Stefano Sonzogni – Non capiamo però perché bisogna obbligare al pagamento persone che si trovano già in una condizione di impossibilità di utilizzo di stalli a loro dedicati momentaneamente non disponibili – e continua – Vi sono barriere architettoniche tali per cui è impossibile per chi si trova, per esempio, in carrozzina e cerca di pagarsi da solo il ticket di sosta. Molti comuni hanno fatto la scelta di riconoscere la gratuità, non vedo perché a Treviglio non si possa fare”.

Per ovviare a questo problema Sonzogni lancia la sua proposta: “Una soluzione potrebbe essere quella di riconoscere un bonus, un voucher, che consenta, entro un limite di spesa annuo, di utilizzare i parcheggi a pagamento quando strettamente necessario senza abusarne”.

Di diverso avviso il consigliere di minoranza di Forza Italia Gianluca Pignatelli, che sposta l’attenzione non tanto sul pagamento ma sulla difficoltà dei disabili nel raggiungere le casse automatiche: “il problema del pagamento delle strisce blu per i disabili si è posto a causa dell’estensione dei parcheggi a pagamento a tutta la circonvallazione interna. Prima da un lato c’erano parcheggi gratuiti a disco orario e questa incertezza non sussisteva. Secondo me il vero problema è quello legato all’accessibilità dell’erogatore del ticket per il parcheggio. Questo può precludere a queste persone l’accesso ai parcheggi a pagamento”.

Non si è fatta attendere la risposta del primo cittadino Juri Imeri, che ha spiegato: “In questi giorni stiamo monitorando la situazione perché il tema non ci lascia di certo indifferenti. Da questi controlli abbiamo potuto constatare che i posteggi gialli hanno un tasso di occupazione pari a circa il 50%. Con l’auto della Polizia locale stiamo monitorando anche chi utilizza realmente questi stalli, per evitare che chi parcheggia sulle strisce gialle abbia con sé il pass nonostante non sia lui la persona affetta da disabilità”.

E sulle scelta di non concedere la gratuità sugli stalli a pagamento aggiunge: “Noi riteniamo che le azioni messe in campo non vanno contro la dignità, i diritti e le necessità dei disabili – e aggiunge – La nostra è una visione diversa di tutela dei disabili ma non vuol dire che non ci sia attenzione verso di loro, anzi. Non avendo elementi oggettivi che indichino la carenza di posti gialli gratuiti e non avendo avuto dalle associazioni con cui ci confrontiamo spesso particolari sollecitazioni in merito, avendo inoltre dato un segnale concreto aumentando i parcheggi per disabili, non riteniamo necessaria la decisione di rendere gratuiti gli stalli blu a chi è affetto da disabilità: per tutti loro ci sono i posteggi dedicati, che sono gratuiti e lo sono sempre stati”.

Al termine della discussione la mozione non è stata approvata.

Vuoi leggere Bergamonews senza pubblicità?
Iscriviti a Friends! la nuova Community di Bergamonews punto d’incontro tra lettori, redazione e realtà culturali e commerciali del territorio.
L'abbonamento annuale offre numerose opportunità, convenzioni e sconti con più di 120 Partner e il 10% della quota di iscrizione sarà devoluta in beneficenza.
Scopri di più, diventiamo Amici!
leggi anche
strisce blu
Il caso
Sosta sulle strisce blu a pagamento per i disabili: a Treviglio piovono critiche
commenta

NEWSLETTER

Notizie e approfondimenti quotidiani sulla tua città.

ISCRIVITI