BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

“Oldies but Goldies”: come stanno andando le startup dopo la campagna di equity crowdfunding?

Grazie al Report semestrale post-offerta gli investitori possono essere aggiornati sull’andamento delle società in cui hanno investito tramite Opstart.

Più informazioni su

Una delle peculiarità di Opstart è quella di offrire una serie di servizi alle offerenti e agli investitori anche nel periodo post-campagna. Ciò al fine di monitorare gli andamenti sulle iniziative che hanno raccolto capitali grazie al portale.

A luglio 2018, sono stati pubblicati i Report semestrali, che fotografano in sintesi l’attività aziendale post-campagna e offrono ai soci/investitori un aggiornamento operativo rispetto alle previsioni indicate nel Business Plan.

I risultati sono, nel complesso, molto positivi, anche se confrontati con i dati della Relazione annuale del Ministero dello Sviluppo Economico al 31.12.2017 sull’andamento delle Startup e Pmi innovative.

In base a tale relazione, il tasso di sopravvivenza delle startup innovative si conferma molto elevato: ad oggi soltanto il 6% delle startup innovative costituite nel 2014 e il 10% di quelle iscritte prima del 2013 ha cessato la propria attività. Significativo anche il dato sul fatturato medio, che si attesta sui 208.000 Euro/annui.

Relazione completa al link: https://goo.gl/H59Ga2

Risultati incoraggianti non solo per imprenditori e investitori, ma anche per l’ecosistema italiano dell’innovazione; ecosistema che evolve spinto anche dall’equity crowdfunding, che sta registrando performance da record, con 148 campagne concluse con successo per oltre 40 milioni di Euro raccolti da più di 10.000 investitori.

Sulle 17 iniziativeoggetto di report semestrale (le altre 10 aziende, sulle 27 campagne concluse con successo su Opstart, saranno oggetto di report semestrale al prossimo 31.12.2018), il 70% sta rispettando a pieno le previsioni del BP, con un fatturato in linea con le aspettative. Nel 25% del campione, le vendite risultano addirittura migliorate rispetto alle assunzioni. Il fatturato medio nel primo semestre del 2018 è di circa 125.000 Euro. La PMI innovativaCesynt Advanced solutionsSrl sta invece registrando performance molto incoraggianti, con un volume d’affari di oltre 1,7 milioni di Euro da inizio anno. Bene anche i dati sulla workforce, che vedono in media l’inserimento di 2 nuove figure lavorative.  Sempre con riferimento al dato medio, le risorse raccolte sono state impiegate al 40% per attività di R&S, al 30% per l’ampliamento del team e al 30% per attività di marketing. Buona la presenza alle fiere, con circa 8 offerenti che hanno presenziato a eventi internazionali.

Un semestre molto positivo, segno di un 2018 iniziato bene e che si avvia verso un ultimo trimestre incoraggiante. Di seguito alcune tra le novità più significative dalle startup di Opstart:

Play to Rehab – P2R: riconosciuta tra le 13 migliori Startup Innovative a Vocazione Sociale della Lombardia attraverso l’assegnazione di 150.000 Euro a fondo perduto sui bandi SIAVS e Innodriver, ha lanciato NiuRion, il primo videogioco interattivo di Intelligenza Artificiale sulla riabilitazione sul mercato italiano e ha da poco partecipato insieme ad altre 11 startup selezionate dalla rete Italian Trade Agency (ITA) alla DLD Conference a Tel Aviv (Israele) incontrando potenziali VC internazionali.

Orwell: entrata in WyLab, il primo incubatore certificato SporTech italiano, ha lanciato sul mercato Virtual Soccer Zone www.virtualsoccerzone.com il primo game VR dedicato al mondo del calcio. Già presentato in partnership con Team di Serie A – tra cui l’A.S. Roma – il gioco sta riscuotendo notevoli successi.

Worldz: dopo il successo della campagna di equity crowdfunding, la piattaforma che consente di ottenere sconti personalizzati grazie alla popolarità su Facebook ha superato i 10.000 utenti e la rivista statunitense Forbes ha inserito il fondatore e CEO di WiralexSrl, Joshua Priore, nella classifica dei 100 giovani italiani più promettenti in campo imprenditoriale nel mondo dell’innovazione digitale.

© Riproduzione riservata

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.