BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Truffe agli anziani: presentata la nuova brochure per prevenire il fenomeno

Il documento è stato redatto dal Comando Provinciale dei Carabinieri di Bergamo in collaborazione con la Polizia Locale cittadina e Comune di Bergamo

Una brochure per prevenire le truffe agli anziani: è questa l’iniziativa promossa dal Comando Provinciale dei Carabinieri di Bergamo in collaborazione con il Corpo di Polizia Locale cittadina e Comune di Bergamo che vedrà interessati i cittadini compresi nella fascia d’età superiore ai 65 anni.

Il documento, di cui sono state stampate circa 10.000 copie, verrà distribuito nei centri di aggregazione frequentati dagli anziani e permetterà loro di conoscere alcune pratiche per prevenire l’annoso fenomeno: “Si tratta di uno dei fenomeni di microcriminalità più sentiti all’interno della città assieme ai furti in appartamento e allo spaccio di droga al dettaglio – illustra Sergio Gandi, assessore alla sicurezza del Comune di Bergamo – Il tema ci tocca particolarmente essendo il nostro un comune con un terzo di abitanti over 65, per cui il nostro obiettivo è quello di poter raggiungere il numero più elevato possibile di persone”.

Nonostante le numerose campagne a riguardo, il fenomeno delle truffe agli anziani continua a esser presente e a colpire in particolare la città, come specifica il comandante provinciale dei Carabinieri Paolo Storoni: “Benché si possa fare prevenzione con pochi e semplici accorgimenti, le truffe agli anziani continuano a esistere. Spesso ci troviamo di fronte a casi di persone che tengono in casa anche migliaia di euro in contanti, mentre in altri la denuncia della truffa arriva tardi per via della vergogna e ciò non ci permette di trovare i colpevoli del reato. Nel 2017 i casi riscontrati in città erano all’incirca 60 su un totale di 80 in tutta la provincia, mentre nel 2018 i casi sul territorio bergamasco sono 30, di cui il 7o % all’interno del capoluogo”.

In conclusione l’appello delle forze dell’ordine alla prevenzione rimane forte, come sottolinea Gabriella Messina, comandante della Polizia Locale di Bergamo: “Nel caso abbiate qualche dubbio, non abbiate timore a chiamarci e a permetterci di verificare”.

© Riproduzione riservata

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.