BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Lotta all’evasione, Bergamo e Lovere i comuni migliori: guadagnano mezzo milione di euro

Ogni anno il Viminale riconosce un contributo economico ai comuni in relazione al numero di segnalazioni

Il comune di Bergamo incassa 505.478 euro, segue Lovere che incassa 456.857 euro. Al terzo posto Nembro con 66.764 euro.

Nei giorni scorsi sono stati assegnati a venticinque comuni bergamaschi, complessivamente, 1.286.325 euro derivanti dal recupero dell’evasione fiscale riferita all’attività di accertamento fiscale e contributivo svolta dagli Uffici Tributi e dai Nuclei Antievasione Tributi della Polizia Locale degli enti locali rispetto all’anno 2017. Ogni anno il Viminale riconosce un contributo economico ai comuni in relazione al numero di segnalazioni.

Dopo Bergamo, Lovere e Nembro, sempre per quanto riguarda la provincia di Bergamo, troviamo il comune di Terno d’Isola che incassa 63.972 euro, seguito da Clusone con 42.733 euro e da Scanzorosciate con 28.963 euro.

Gli importi attribuiti a ciascun ente (qui l’elenco completo) sono stati comunicati dal Ministero dell’economia e delle finanze–Dipartimento delle finanze–Direzione studi e ricerche economico fiscali.

Nella bergamasca, i comuni ad incassare meno sono Caravaggio con 250 euro, seguito da Ghisalba con 165 euro e Ardesio con 150 euro. Tanto quanto incassa Napoli.

Le somme così sottratte dagli evasori alle rispettive comunità ora tornano nelle disponibilità delle amministrazioni locali. Complessivamente in Italia i comuni beneficiari di somme, per gli accertamenti del 2017, sono 432, che si dividono complessivamente 13.278.451 euro frutto di segnalazioni qualificate inviate all’Agenzia delle Entrate e alla Guardia di Finanza.

Le convenzioni stipulate dai comuni, tramite l’Anci, con l’Agenzia delle Entrate prevedono che fino al 2019, per le segnalazioni qualificate, gli enti locali hanno diritto al 100 per cento dell’incassato. Una particolare fonte di finanziamento alternativa, ma solo il 6% per cento dei Comuni italiani dà il buon esempio nella lotta all’evasione fiscale. Dall’elenco dei 432 mancano grandi città, sia del nord che del sud Italia.

Milano, in testa alla classifica dei comuni italiani che collaborano con lo Stato per l’attività di accertamento fiscale e contributiva, per il 2017 riceve 1.308.977 euro. Tra i comuni di grandi dimensioni spicca Genova con un rimborso di 967.577 euro, poi Torino con 517.952 euro. Roma incassa 144.120 euro.

© Riproduzione riservata

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.