• Abbonati
L'appello

Ponte Calusco chiuso, la protesta da Lecco: “Pendolari meritano risposte certe”

La Lega alza la voce anche dall'altra parte del ponte: "Essenziale la massima celerità nell'intervento, visto la fondamentale importanza di questa arteria stradale e ferroviaria".

“la priorità ora è fornire risposte certe e tempestive a migliaia di lavoratori e pendolari che ogni giorno transitano sul ponte, oltre che alle attività economiche”: è la Lega di Lecco a rivolgere l’appello per il proprio territorio, sul quale insiste il ponte che collega Calusco d’Adda a Paderno, chiuso da Rfi a seguito delle verifiche tecniche strutturali che ne hanno messo in luce la situazione gravissima.

Una decisione necessaria per tutelare la sicurezza della circolazione stradale e ferroviaria: “La Lega con i suoi rappresentanti del territorio si è immediatamente attivata sia con il Ministero dei Trasporti sia con i vertici di FS (titolare al 100% di RFI che ha in carico l’infrastruttura) per sincerarsi della situazione e sottolineare quanto sia essenziale la massima celerità nell’intervento, vista la fondamentale importanza di questa arteria stradale e ferroviaria – commenta la sezione di Lecco – La Lega, ad ogni livello e a cominciare dall’interesse immediatamente manifestato dell’Assessore Regionale Claudia Terzi, manterrà alta l’attenzione affinché venga riservata alla manutenzione straordinaria del ponte la massima priorità e perché le tempistiche degli interventi siano più celeri possibile, così da ridurre e limitare allo stretto indispensabile gli inevitabili gravi disagi viabilistici. La sicurezza prima di tutto. Tuttavia non è giusto che i cittadini debbano pagare per i danni causati da chi non è mai intervenuto con manutenzioni adeguate, mancanze che hanno portato a questa drastica decisione”.

Vuoi leggere BergamoNews senza pubblicità?   Abbonati!
leggi anche
ponte paderno
La pendolare
Lo sfogo: “Dopo la chiusura del ponte per me un’odissea arrivare al lavoro”
commenta

NEWSLETTER

Notizie e approfondimenti quotidiani sulla tua città.

ISCRIVITI