Quantcast
"T-One", la sicurezza in una colonnina: la novità bergamasca al Salone nautico di Genova - BergamoNews
Dal 20 settembre

“T-One”, la sicurezza in una colonnina: la novità bergamasca al Salone nautico di Genova fotogallery

Davide Algeri e Massimo Mora presenteranno un loro brevetto per il modello di utilizzo di una colonnina multifunzione all-in-one chiamata "T-One - Tutto in uno".

Ci saranno anche due giovani imprenditori bergamaschi tra i protagonisti della 58a edizione del Salone nautico di Genova, che si svolgerà nel capoluogo ligure dal 20 al 25 settembre.

Stiamo parlando di Davide Algeri, di 35 anni (classe 1982) e Massimo Mora, di 38 anni (classe 1980), soci fondatori e lavoratori della Future Technology. La società, costituita nel 2011, opera nel settore della sicurezza, videosorveglianza industriale e civile puntando su impianti elettrici che utilizzano tecnologie avanzate e app.

Parteciperanno al più grande salone del Mediterraneo come espositori presentando un loro brevetto autofinanziato appena depositato con l’ausilio di Confartigianato Imprese Bergamo. Il socio lavoratore Davide Algeri spiega: “Il brevetto riguarda il modello di utilizzo di una colonnina multifunzione all-in-one chiamata ‘T-One – Tutto in uno’. Facilmente installabile, semplice e intuitiva da usare, presenta un design dal look minimal. Grazie alla possibilità di personalizzarne il colore, i materiali e la grafica, offre un ritorno d’immagine e visibilità promozionale a quanti vogliano brandizzarla”.

I possibili utilizzi sono molteplici. Algeri evidenzia: “Svolge funzioni di videosorveglianza con visione notturna e funzioni di sicurezza avanzata, monitoraggio live o da remoto tramite App, consultazione dello storico delle registrazioni audio e video effettuate in locale o da remoto da App, web server o centrale operativa. Al tempo stesso, può essere adoperata per effettuare rifornimento d’acqua per molteplici usi e ricarica elettrica per e-car, e-bike e device come smartphone e tablet. Dotata di Wi-Fi 3G/4G, offre la possibilità di espandere la rete o collegare più colonnine con antenne point to point. Ha, poi, un’illuminazione notturna attivata tramite orologio astronomico, può svolgere chiamate d’emergenza con comunicazione vivavoce e possiede un sistema d’allarme che si attiva in caso di batteria bassa e vibrazioni, importanti per le segnalazioni anti-vandaliche”.

“T-One” è uno strumento estremamente pratico. Algeri afferma: “Si caratterizza per la capacità di essere modulabile (si possono aggiungere più funzioni sulla stessa colonnina, anche in un secondo momento), flessibile (si adatta a qualsiasi tecnologia di trasmissione dati, sia cablate che wireless), affidabile (mantiene inalterate le prestazioni nel tempo), sicuro (il sistema TVCC – Televisione a Circuito chiuso – è compatibile con gli standard attualmente in uso nei centri di vigilanza e delle forze dell’ordine) e intuitivo (i comandi operativi e le interfacce sono semplici e facilmente gestibili)”.

Questa colonnina è indicata per essere collocata in luoghi pubblici e privati che necessitano sempre più di soluzioni smart per alzare il livello di sicurezza di persone e beni. Il co-fondatore di Future Technology approfondisce: “È pensata per il settore marittimo, la green mobility e il camping. Nel primo caso, può essere installata in porti, banchine e spiagge, aree verdi e spazi aperti, non solo perché stazione di ricarica elettrica e rifornimento d’acqua, ma soprattutto per garantire una videosorveglianza costante. Nel secondo ambito, quello della mobilità sostenibile, oltre a poter ospitare un impianto di videosorveglianza attivo giorno e notte, è una stazione di ricarica sempre aperta. Parcheggi, piste ciclabili e parchi possono attrezzarsi con un pit-stop dove fare il pieno di elettricità, cosicché e-car, e-bike e device elettronici siano sempre funzionanti e a disposizione degli utenti. Infine, nelle aree adibite a campeggio offre la possibilità, in un’unica colonnina, di fare rifornimento di acqua e di energia elettrica ma di contare anche su un impianto di videosorveglianza e di monitorare la sicurezza delle piazzole. Per il suo funzionamento necessita della sola alimentazione elettrica ed è presente un piccolo dispositivo UPS per sopperire ai black-out”.

Ma come è nata l’idea? Algeri prosegue: “Il progetto è nato dall’unione, da una parte, tra la mia passione per le barche e la passione del mio socio per le biciclette elettriche e, dall’altra, la competenza sviluppata lavorando nel settore della videosorveglianza”.

La realizzazione di questo innovativo progetto è frutto dell’intraprendenza che anima i due soci sin dalla costituzione di Future Technology. Algeri afferma: “La nostra società è nata sette anni fa come start up. Prima di cominciare questo nuovo percorso svolgevamo l’attività di elettricisti come dipendenti e, non avendo possibilità di crescere, abbiamo deciso di licenziarci e fondare la società. È nata come una sfida, poi l’iniziativa è decollata e si è consolidata puntando sulla qualità del servizio offerto, sulla competenza, sulla professionalità e sull’impiego di materiali affidabili”.

Alla storica manifestazione genovese saranno presenti con uno stand dove illustreranno questa loro novità accanto ai prodotti che da sempre contraddistinguono la loro offerta.

Vuoi leggere Bergamonews senza pubblicità?
Iscriviti a Friends! la nuova Community di Bergamonews punto d’incontro tra lettori, redazione e realtà culturali e commerciali del territorio.
L'abbonamento annuale offre numerose opportunità, convenzioni e sconti con più di 120 Partner e il 10% della quota di iscrizione sarà devoluta in beneficenza.
Scopri di più, diventiamo Amici!
commenta

NEWSLETTER

Notizie e approfondimenti quotidiani sulla tua città.

ISCRIVITI