BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Ritorno alla normalità per i Pronto Soccorso di Treviglio e Romano di Lombardia

Il ritorno alla normalità agli Ospedali di Romano di Lombardia e di Treviglio è avvenuto rispettivamente poco dopo le 16 e poco dopo le 18 di sabato 15 settembre.

Il ritorno alla normalità agli Ospedali di Romano di Lombardia e di Treviglio è avvenuto rispettivamente poco dopo le 16 e poco dopo le 18 di sabato 15 settembre. Il guasto ha coinvolto un punto della rete che serve tutti i collegamenti interni ed esterni degli ospedali e gli operatori lo hanno segnalato nella mattina di sabato attorno alle 8,30. Il blocco dei collegamenti informatici ha reso impossibili o comunque molto più lenti tutti i processi che di solito vengono eseguiti attraverso dei software, persino le semplici telefonate. Il disagio maggiore era
legato alle difficoltà con le apparecchiature diagnostiche come Tac o Rx.

Questo ha consigliato di dirottare i pazienti urgenti, trasportati dalla rete del 118, verso altre strutture e di informare la cittadinanza.
Di fatto il guasto ha coinvolto le intere strutture, non solo il PS, ma il Pronto Soccorso è evidentemente il punto più delicato perché il fattore tempo per certi pazienti può fare la differenza. Da un lato i tecnici dell’azienda si sono immediatamente attivati individuando la sede del problema e intervenendo in collaborazione con aziende esterne per ripristinare le reti, dall’altro i sanitari hanno messo in atto le procedure previste, mettendo a disposizione otto ambulanze nel caso si presentassero urgenze, per il trasporto in altri centri. I pazienti presenti, parliamo di una trentina di persone solo al PS di Treviglio, sono stati comunque assistiti,anche se con tempi più lunghi.

Tutto il personale è stato molto disponibile, in molti casi essendo sabato rientrando in servizio per dare una mano. I tempi di ripristino sono stati rapidi considerando l’ampiezza del danno e le verifiche necessarie prima di poter definire chiusa la fase di emergenza. Resta l’allerta con il monitoraggio della situazione da parte dei tecnici nelle prossime ore, e nei prossimi giorni verranno eseguite tutte le verifiche del caso per individuare eventuali responsabilità, per oggi è importante essere tornati operativi e a servizio dei cittadini del territorio di riferimento.

© Riproduzione riservata

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.