BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Diga del Gleno: foto, video e testi custoditi in una “banca della memoria”

La Pro Loco di Vilminore di Scalve ha avviato ad un progetto di salvaguardia partecipata della Diga del Gleno, raccontando la presenza e il significato della commemorazione del crollo oggi, tra le persone che abitano la Valle

Più informazioni su

Quasi cento anni sono passati dal crollo della Diga del Gleno, il 1 dicembre 1923. Nel corso di questi anni, la diga ha rappresentato per le comunità della Valle di Scalve una presenza fissa e una fonte di “appaesamento”.

Giovedì 13 settembre, la Pro Loco di Vilminore di Scalve ha dato il via ad un progetto di salvaguardia partecipata della Diga del Gleno, raccontando la presenza e il significato della commemorazione del crollo oggi, tra le persone che abitano la Valle. Questo attraverso l’utilizzo di materiale fotografico d’archivio, materiale fotografico appositamente realizzato, servendosi di un esperto di grafica per rendere identificabile il legame tra la diga e le persone della Valle, per creare una banca della memoria della comunità di eredità legata alla Diga.

Le azioni previste sono orientate alla salvaguardia e alla valorizzazione di questo patrimonio immateriale.

Azione 1 _ Una prima fase sarà dedicata al punto sullo stato dell’arte nella letteratura e nelle ricerche pubblicate riguardanti la storia e il presente della Diga del Gleno.

Azione 2 _ In una seconda fase verrà promossa una raccolta di oggetti e prodotti multimediali associati alla commemorazione del crollo della diga del Gleno tra la popolazione locale al fine di coinvolgerla nel processo di ricerca e valorizzazione. Parallelamente si cercherà documentazione d’archivio (in archivi privati, parrocchiali, comunali, di biblioteche) riguardante il tema a livello locale.

Azione 3 _ Il terzo e più corposo passo sarà la creazione di un archivio virtuale della memoria del Gleno, che da un lato accoglierà tutto il materiale raccolto e sistematizzato fino a questo momento, dall’altro offrirà uno spazio illimitato di implementazione futura.

Azione 4 _ In ultimo si procederà alla compilazione della scheda inventario per la pubblicazione sul portale del patrimonio immateriale di Regione Lombardia.

Il disastro è lontano nel passato, ma la presenza fisica della diga danneggiata continua a generare significati attuali. Nel corso degli ultimi quindici anni si sono succedute iniziative culturali volte a ricordare e riscoprire il disastro del Gleno, alcune nate dall’interno della Valle, altre nate molto lontano.

Ci sono state numerose pubblicazioni, articoli scientifici, opere teatrali, dischi musicali, documentari e film, oltre a mostre e ricerche condotte da ricercatori locali, dalla scuola e dalla biblioteca comunale.

Questi prodotti culturali dimostrano la forte presenza della Diga del Gleno nella riproduzione dell’identità locale scalvina e testimoniano le potenzialità di questa presenza per uno sviluppo locale che sia in grado di valorizzarla.

© Riproduzione riservata

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.