"Invasione di cinghiali", ripetuti avvistamenti sulle colline di Torre Boldone - BergamoNews
Le segnalazioni

“Invasione di cinghiali”, ripetuti avvistamenti sulle colline di Torre Boldone

Il sindaco Sessa: "Il problema c'è, ma poco o nulla è stato fatto per debellarlo". All'interno del Parco dei Colli 511 abbattimenti in 7 anni

Ripetuti avvistamenti di cinghiali sulle colline di Torre Boldone. “Un problema annoso” lo definisce il sindaco Claudio Sessa, che tende a ripresentarsi con l’arrivo della primavera e della stagione autunnale.

Le segnalazioni degli ultimi giorni stanno allarmando soprattutto chi possiede allevamenti o terreni coltivabili. “Per ragioni di competenza, consiglio ai cittadini di avvisare la Provincia o il Parco dei Colli – spiega Sessa -. Purtroppo poco o nulla è stato fatto per debellare il problema. Vedere questi animali provocare danni in zone coltivate è tutt’altro che raro”.

Proprio all’interno del Parco dei Colli (cintura verde che si estende su circa 4.700 ettari di terreno) dal 2011 al 2017 sono stati registrati 511 abbattimenti, in media 73 l’anno. La maggior parte vengono effettuati dagli operatori faunistici incaricati dall’Ente stesso, i restanti dai conduttori dei fondi agricoli e dalla polizia provinciale.

“Quello che un tempo si chiamava ‘piano di eradicazione’ oggi è un semplice ‘piano di contenimento’, visto che eliminare alla radice la presenza dei cinghiali è praticamente impossibile – sottolinea il referente del Parco dei Colli, Pierluigi Rottini -. Da un lato i cinghiali entrano nei confini del Parco da aree limitrofe, sulle quali non abbiamo alcun controllo; dall’altro, al suo interno trovano condizioni di vita favorevoli che ne favoriscono la proliferazione. Allo stesso tempo – fa notare Rottini – rischiano di interferire con le nostre specie protette”.

Durante l’anno, la stragrande maggioranza delle segnalazioni arrivano dai territori a nord del Parco: Villa d’AlmèSorisole, Ponteranica Torre Boldone.

“Il piano di contenimento si svolge nel pieno rispetto della legge e dei protocolli di sicurezza, ma quello dei cinghiali resta un problema di non facile soluzione, sul quale dobbiamo costantemente vigilare – aggiunge il presidente del Parco dei Colli, Oscar Locatelli -. Nelle ultime settimane sono stati emessi diversi verbali d’intervento da parte delle guardie, ma i controlli proseguono tutto l’anno”.

commenta

NEWSLETTER

Notizie e approfondimenti quotidiani sulla tua città.

ISCRIVITI

Per favore, disabilita AdBlock per continuare a leggere.

Bergamonews è un quotidiano online gratuito che non riceve finanziamenti pubblici: l’unica fonte di sostegno del nostro lavoro è rappresentata dalle inserzioni pubblicitarie, che ci permettono di esistere e di coprire i costi di gestione e del personale.
Per visualizzare i nostri contenuti, scritti e prodotti da giornalisti a tempo pieno, non chiediamo e non chiederemo mai un pagamento: in cambio, però, vi preghiamo di accettare la presenza dei banner, per consentire a Bergamonews di restare un giornale gratuito.
Vuoi continuare a leggere BergamoNews senza pubblicità? Scopri come su bergamonewsfriends.it