BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

L’estate finisce e arrivano le prime delusioni d’amore giovanili: come superarle?

La poca conoscenza reciproca e il tornare alla solita routine di tutti i giorni portano quasi sempre alla disattesa di questi giuramenti estivi a cui seguono amare delusioni e momenti di sconforto

Più informazioni su

Da pochi giorni è settembre, uno dei mesi meno amati dell’anno, soprattutto da giovani e giovanissimi che a questo momento associano il rientro dalle vacanze e la ripresa dell’impegno scolastico.
È una fase delicata in cui, oltre allo stress legato alla ripresa dei soliti ritmi, spesso si associa una certa malinconia per i giorni estivi e gli avvenimenti di cui si sono colorati.
L’estate infatti è la stagione in cui, svincolati dalle attività di studio e lavoro, i giovani hanno la possibilità di dedicarsi maggiormente al relax, alle uscite ed alle nuove amicizie. E’ in questo clima più spensierato che molti di loro sperimentano le prime esperienze di natura amorosa e sessuale.

Spesso tali incontri avvengono nelle località di villeggiatura, dove si ha l’occasione di conoscere persone nuove, provenienti da zone anche molto lontane dalla propria.
E’ assai alta, di conseguenza, la possibilità che tali relazioni abbiano una natura fugace, destinata a durare solo il tempo della vacanza. Tuttavia, quando si è molto giovani, il valore di un’esperienza è assoluto e totale: che si tratti del primo bacio, della prima volta o semplicemente di una cotta improvvisa le emozioni in campo sono molto forti e pervasive, difficili da lasciare chiuse in valigia al rientro.
Jovanotti nella canzone “l’estate addosso” tratteggia molto bene questo atteggiamento con la frase: “la protezione zero spalmata sopra il cuore”,una metafora che parla da sola rispetto alla voglia di buttarsi, giocare, innamorarsi ignorando ogni rischio scottatura. Ragione per cui si cede facilmente alla tentazione di vivere tutto in fretta ed al massimo o farsi promesse importanti che spesso implicano il mantenimento del legame a distanza o l’impegno di sentirsi con continuità.
La poca conoscenza reciproca e il tornare alla solita routine di tutti i giorni, tuttavia, porta quasi sempre alla disattesa di questi giuramenti estivi a cui seguono amare delusioni e momenti di sconforto.

L’uso dei social in questo senso non sempre aiuta: è vero che consente una maggiore facilità nel contatto e nella comunicazione, ma al contempo rende ancora più difficoltoso accettare la scarsa attenzione del/la partner estivo/a o la “vetrina” della sua giornata in cui non si ha la possibilità di far parte.
Che fare dunque? Rinunciare a queste esperienze per evitarne in seguito la delusione?
Naturalmente no, sono assolutamente importanti per la propria crescita personale, lasciano buoni ricordi e insegnano lezioni importanti per il futuro.

Consiglio però, oltre al cuore, di usare sempre anche la testa ed un pizzico di buon senso: la voglia di sperimentare non deve annullare alcune attenzioni importanti legate alla cura ed alla protezione di sé. Visto che ci si conosce poco o per nulla, mai abbassare la guardia in termini di precauzioni, soprattutto da un punto di vista sessuale, dato che le MST (Malattie Sessualmente Trasmissibili) non vanno mai in vacanza purtroppo. E lasciarsi andare con gradualità, rispettando i propri tempi personali e non quelli imposti dalla situazione o dall’altra persona: se ci sono passi che non ci si sente di fare, semplicemente, non si fanno.

Queste attenzioni non annullano di certo la malinconia ed il dispiacere al momento del saluto, sono sentimenti umani ed inevitabili per i quali (per fortuna) non c’è medicina, ma riduce al minimo la possibilità che un amore estivo si trasformi in una brutta avventura.

© Riproduzione riservata

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.