BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Escursionismo e parapendio: alla scoperta delle Orobie con l’Hyke & Fly

Una nuova tipologia di competizione che unisce le due passioni: rivolta a piloti esperti, con grandi capacità di orientamento in montagna.

Più informazioni su

Un mix tra escursionismo e volo in parapendio, attraversando le Orobie: l’Hyke & Fly sbarca a Bergamo grazie al club Volomania, storica realtà della Val Seriana, che ha organizzato per sabato 8 settembre il primo “HeF Presolana 1.0”, una competizione che unisce le due passioni e che si rivolge a piloti brevettati di parapendio con esperienza di Cross Country e allo stesso tempo ottimi conoscitori della montagna.

parapendio

Il percorso di gara, che prevede l’aggiramento di boe, vede l’attraversamento di quattro valli ben distinte tra loro dal punto di vista aereologico: si parte dalla Val Gandino nella conca del Farno, dove la prima difficoltà sarà superare la barriera del Pizzo Formico, si attraversa poi la piana di Clusone verso il costone del Blum, per poi avventurarsi nella bellissima Valzurio per la boa numero uno alle Baite di Verzuda; successivamente si rientra nella valle di Castione passando davanti alla Presolana per la seconda boa alla malga Cassinelli; la terza è posizionata al Colle Vareno, proseguendo verso il monte Pora, dove si inizia il rientro verso Clusone per la boa 4 nei pressi di San Lucio e l’ingresso in Val Gandino; ultimo passaggio la boa 5 del Pizzetto ammirando il lago di Endine, con atterraggio a Cirano in Val Gandino.

Il tracciato a boe definito dall’organizzazione deve essere attraversato in modo chirurgico, attraverso l’uso di un gps integrato allo strumento di volo, che oltre ad indicare la linea verso la boa successiva (in linea d’aria) deve registrare la traccia del pilota e mandare la sua posizione ad un server, così che il comitato di gara possa sapere sempre la sua posizione in tempo reale in qualsiasi momento.

Ai piloti è richiesta una buona strategia di gara per volare il più possibile e non dover affrontare lunghe transizioni a piedi: ogni partecipante può scegliere in piena autonomia come svolgere le due attività, così come l’ora e il luogo di decollo. Fondamentale la capacità di orientamento perchè una volta a terra i partecipanti non hanno alcun tracciato segnalato e devono sempre trasportare autonomamente tutta la propria attrezzatura. Vincerà la competizione il primo pilota che taglierà il traguardo ritornando al punto di partenza o comunque colui che avrà coperto la distanza maggiore entro l’orario di chiusura, fissato alle 18.

In caso di maltempo l’evento potrà essere recuperato domenica 9 o, in alternativa, la settimana successiva.

Tutte le info per iscriversi.

© Riproduzione riservata

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.