BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Tenaris inaugura il nuovo TRT2, l’impianto di trattamento termico: investimento di 30 milioni fotogallery

Si tratta di un investimento molto significativo, di un importo pari a quasi 30 milioni di dollari, realizzato in 12 mesi con il coinvolgimento anche di aziende del territorio bergamasco.

Lunedì 3 settembre TenarisDalmine ha ufficialmente inaugurato il nuovo TRT2, l’impianto di trattamento termico (ovvero che migliora le caratteristiche meccaniche) dei tubi di medio e grande diametro.

Si tratta di un investimento molto significativo, di un importo pari a quasi 30 milioni di dollari, realizzato in 12 mesi con il coinvolgimento anche di aziende del territorio bergamasco.

Attraverso il nuovo impianto TenarisDalmine potrà trattare una maggiore quantità di tubi, con diametri superiori a quelli attuali arrivando fino a 711 mm di diametro e 40 mm di spessore. Inoltre verrà ulteriormente migliorata la loro qualità, anche grazie ai nuovi impianti di sabbiatura e molatura e nastratura, anch’essi parte del nuovo investimento.

Michele della Briotta, Presidente Tenaris Europa, ha sottolineato: “ciò che ci fa più piacere evidenziare è che il nuovo investimento ci consente di migliorare ulteriormente la sicurezza con cui svolgiamo tutte le operazioni nell’impianto e di ridurre considerevolmente i consumi energetici, con un positivo beneficio ambientale”.

“Questo investimento – ha aggiunto Della Briotta – rappresenta la conferma dell’impegno continuo ad investire nei miglioramenti dei processi e nell’espansione delle attività produttive, uno dei valori fondanti di Tenaris”. 

Chiudendo l’incontro, a cui erano presenti anche gli operatori che lavorano nelle aree interessate all’investimento, Della Briotta ha voluto ringraziare tutti coloro che hanno lavorato a questo progetto, sia internamente sia esternamente e tutti gli operatori TenarisDalmine coinvolti, cui è stato regalato anche un libretto fotografico che li ritrae.

Foto di copertina di ©matteozanardi

© Riproduzione riservata

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.