BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Due anni senza Gianna del Gaudio, il mistero della prof uccisa in casa fotogallery video

L’unico indagato, a piede libero, è ancora il marito, Antonio Tizzani, ma tra un paio di mesi il caso potrebbe essere archiviato

Due anni, una donna uccisa in casa e nessun colpevole. Era la notte del 27 agosto 2016 quando Gianna del Gaudio, un passato da insegnante e da poco in pensione, venne uccisa con una coltellata alla gola all’interno della propria abitazione in piazza Madonna delle Nevi a Seriate. Un delitto brutale e ancora avvolta nel mistero.

L’unico indagato, a piede libero, dalle ore successive al delitto, è il marito della vittima, Antonio Tizzani. L’uomo, difeso dall’avvocato Giovanna Agnelli, da quel giorno continua a ribadire la propria versione dei fatti: dopo essere uscito a bagnare le piante, avrebbe trovato la moglie a terra in cucina in un lago di sangue, già priva di vita. A colpirla mortalmente sarebbe stato un uomo incappucciato, che si sarebbe introdotto in casa e avrebbe frugato in alcuni cassetti, per poi fuggire proprio dopo averlo visto rientrare.

Una ricostruzione che non ha mai trovato riscontri né dalle testimonianze raccolte tra i vicini, né dalle immagini di sorveglianza della zona, che non hanno ripreso nessuno fuggire, e nemmeno dalle tracce raccolte all’interno della villetta, in cui non sarebbero entrati estranei.

Nel frattempo i carabinieri del nucleo investigativo proseguono le indagini. Il lavoro è intricato, tanto che il pubblico ministero Laura Cocucci ha già chiesto una proroga. La nuova data-termine per la chiusura, prevista a ottobre, si avvicina e il rischio che il caso venga archiviato è concreto.

© Riproduzione riservata

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.