BergamoNews it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Venezia città d’arte anche a misura di bambino: tre giorni intensi e divertenti foto

Con un bambino di 3 anni ed il suo passeggino, ammetto, non è stato facile, ma si può fare, l’abbiamo fatto. Acqua ovunque, gondole, ponti, lavorazione del vetro, chiese, musei, ristoranti eccellenti con il nostro cibo italiano…. tutto abbiamo fatto…. tutto abbiamo apprezzato.

Più informazioni su

Venezia! Su questa città ho moltissimo da raccontare, cercherò di limitare i pensieri.

Siamo una famiglia di viaggiatori, amare l’Arte significa anche spostarsi per osservare architetture e visitare Musei, ma non serve andar lontano per vedere meraviglie, siamo davvero fortunati noi italiani! Venezia è vicinissima a Bergamo, penso a tutti gli stranieri che macinano chilometri per raggiungerla, a ragione, perché è davvero magnifica!

Con un bambino di 3 anni ed il suo passeggino, ammetto, non è stato facile, ma si può fare, l’abbiamo fatto. Acqua ovunque, gondole, ponti, lavorazione del vetro, chiese, musei, ristoranti eccellenti con il nostro cibo italiano…. tutto abbiamo fatto…. tutto abbiamo apprezzato. Con abbiamo, intendo noi genitori e i nostri due bambini, felicissimi prima e scontenti poi di dover tornare a casa: risultato eccellente!

Non è certo una meta a buon prezzo, diciamolo, Venezia è costosa, ma non esiste al mondo una città come lei, con il suo fascino e le sue attrazioni. Nelle innumerevoli piazze, i bambini correvano e giocavano, ogni volta che vedevano una gondola, esultavano; ponti e calle, case nell’acqua, torri e campanili pendenti, tutto strano e tutto speciale, per loro e per noi grandi! Di per sé Venezia è già un’opera d’arte, ma io li ho portati anche al Museo Guggenheim di Peggy, donna da me ammirata e di cui ho letto tantissimo!

Purtroppo Giulio non è riuscito a vedere nulla, si è addormentato nel passeggino mentre andavamo al Museo e non ha visto molto al suo risveglio, ma Greta ha partecipato alla visita, come può farlo una bambina di 7 anni, lasciandomi guardare la collezione in santa pace quando capiva che la mamma era molto interessata (io ho preso anche l’audio-guida). Il suo quadro preferito è stato quello di Gino Severini, abbiamo anche acquistato la calamita da attaccare al frigorifero… però ad un certo punto mi ha abbandonata, è uscita nel cortile delle statue insieme al suo papà che stava lì a controllare Giulio addormentato, all’ombra!

Faceva molto caldo, è comprensibile, ma qualche piccola soddisfazione me l’ha data. Calder all’ingresso con la sua classica installazione, Picasso, le sculture di Brancusi, il modellino della casa di Peggy con le opere posizionate come lei voleva! Un piccolo successo per la mamma!

Ammetto che il caldo e la stanchezza mi hanno reso un pochino nervosa, a volte la pazienza con i piccoli è venuta a mancare, ma alla fine sono molto felice del mini-viaggio, orgogliosa dei bambini che stanno imparando a viaggiare e visitare le belle città. Abbiamo fatto anche tappa sull’isola di Murano per capire come si lavora il vetro, entrambi i piccoli hanno osservato in silenzio e con occhi vigili tutto quello che faceva il Mastro vetraio. Un aneddoto simpatico, quando il vetraio ha realizzato un pesce, Giulio si è girato verso di me chiedendo: “Ma adesso lo mangiamo? Io ho fame”. Gli spettatori nella stanza sono scoppiati tutti a ridere, io per prima, ma gli ho spiegato che no, non si possono mangiare dei pesci di vetro!

venezia arte

Dopo Murano, siamo andati sull’isola di Burano, quella dalle case tutte colorate. Soprattutto Greta ha apprezzato i colori vivaci delle pareti, Giulio cercava quelle blu, da maschio!

Posso dire che abbiamo trascorso tre giorni intensi, culturali, istruttivi, particolari, come è giusto che sia in una città come Venezia, speciale di per sé, unica al mondo. Appena rientrati a casa, la mia principessa si è messa all’opera, creando un album da lei disegnato, sulla città. Belle le foto, ma cercare di disegnare i ricordi di un viaggio, mi sembra un traguardo notevole, per me ed il suo papà, una grande soddisfazione!

© Riproduzione riservata

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.