BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

A Masiello non si può mai rinunciare; Zapata è il bomber che mancava

Più informazioni su

GOLLINI 6: Uscita bassa e sicura nel finale di primo tempo. Allo scadere dello stesso più cinematografico che decisivo nel deviare in corner. A volere dire: “Io ci sono”. Ma verranno ben altri impegni, tipo Copenaghen, che nulla avranno a che fare con i modesti israeliani.

MANCINI 6: Schierato a destra non sembra più destinato a sostituire Caldara. Non è la partita per cambiare le gerarchie.

DJIMSITI 6,5: Lo vorrebbe la Sampdoria. A 24 ore dalla fine del mercato quel sornione del Gasp lo schiera centrale. Non compie errori, tranne quando abbandona il ruolo di difensore ed escono i limiti di impostazione, ma per fare il quinto difensore basta e avanza. Più volte pericoloso di testa su azioni da corner, lui che da quando è in Italia non ha mai segnato.

MASIELLO 7: A Masiello il mister non rinuncia mai, e lui risponde presente. Non ha bisogno di dannarsi perché gli avversari sono quello che sono. Ma quando c’è da chiudere, di testa o di piede non ha bisogno di aiuto.

CASTAGNE 6: Di testa proprio non c’è. Spreca una buona occasione al 23′. Si vede di più nella seconda parte di gara.

FREULER 6: Qualche leggerezza in fase di impostazione. Non perfetto. Sta ancora carburando la migliore condizione.

VALZANIA (Dal 32’ st) S.V.

PESSINA 6,5: Costante crescita. Gioca tra le linee. Ama i cambi di gioco, dove deve essere più preciso. Splendido colpo di tacco che è un assist per Castagne che spreca al 17’ del secondo tempo. Prova matura.

RECA 6: Osservato speciale. Non è la partita ideale per offrire indicazioni sul suo valore. Non è costato poco (4,5 milioni), per ora poca adrenalina, poco movimento. Gasperini dovrà lavorarci molto.

PASALIC 6: Gasperini vuole che faccia il de Roon. Lui non sempre ci riesce. Posizione in campo da definire, meglio quello visto come mezza punta.

ZAPATA 7: È il giocatore più pagato di sempre, questo a supporto delle dichiarazioni di Gasperini: “Mercato triste”. Di fisico è dura trattenerlo, e quando la butta dentro di testa chiarisce il perché dei soldi spesi.

CORNELIUS (Dal 40’ st) 7: Perché quando un attaccante segna alla prima occasione diventa sempre positivo. Professionista anche quando gioca solo i pochi scampoli finali.

GOMEZ 6: Torna a giocare lontano dalla porta. Spreca una grossa occasione alla mezz’ora del secondo tempo. Nel primo tempo sfiora il tapin su punizione.

BARROW (Dal 37’ st) S.V.

GASPERINI 7: Scintille nel pre-partita, in barba ai morti di Genova. La società – o comunque il Sartori che non gli piace gli portano – Rigoni. Corsi e ricorsi storici o giochi delle parti come qualcuno preferisce chiamare le esternazioni forti del mister. Si lamenta dopo un primo tempo anonimo, con squadra slegata e priva dei consueti affondi sulle fasce. Se segna anche Cornelius ha ragione lui.

© Riproduzione riservata

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.