BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

La conquista di Stefano, ragazzo down: spegne 28 candeline con un contratto di lavoro

Due anni di stage e poi il primo agosto per Stefano Brevi di Casazza la firma su un contratto a tempo indeterminato al Panificio Minuscoli.

Fra pochi giorni, il 22 agosto, Stefano Brevi di Casazza festeggerà un compleanno speciale. Specialissimo. Perché quel giorno a soffiare sulle 28 candeline sarà un ragazzo con un lavoro. Con un contratto a tempo indeterminato. Che c’è di strano? direte. C’è il fatto che Stefano è affetto da sindrome di Down e l’assunzione se l’è conquistata dopo un biennio di stage grazie alla propria energia e solarità. Dando il meglio di sé nella vita quotidiana e nel suo lavoro, il primo agosto 2018 è arrivata la firma su un contratto al Panificio Minuscoli (che offre anche un servizio bar) di Endine Gaiano.

“Dopo due anni di stage ecco la ciliegina sulla torta: sono stato assunto proprio per quel lavoro – racconta con vitalità -. Lavoro tutti i giorni dalle 9 alle 12 e mi occupo un po’ di tutto: apparecchio e sparecchio i tavolini del bar, servo i clienti, aiuto attivamente a cucinare e svolgo qualsiasi mansione mi venga richiesta dal datore di lavoro. Non c’è un’attività che preferisco: mi piace molto fare l’aiuto cuoco, ma mi dedico allo svolgimento di ogni compito con interesse e passione”.

E il rapporto con i tuoi colleghi di lavoro? chiediamo. “È ottimo. Sono tutti quanti molto carini e bravi: mi trovo davvero bene con loro”.

Con l’impegno ogni traguardo si può raggiungere, niente è impossibile e la felicità di Stefano è incontenibile: “Il bar è da sempre stata la mia più grande passione, sin da quando ero piccolo: era proprio il lavoro che volevo fare. Dopo questi due anni di stage in cui mi sono trovato benissimo, non potevo avere notizia più bella dell’assunzione definitiva”.

Immensamente soddisfatta è anche la mamma, signora Antonia con cui Stefano vive insieme a papà Eugenio: “Innanzitutto mi piacerebbe spendere due parole per ringraziare l’educatrice del Csp di Trescore Balneario che ha seguito Stefano nel migliore dei modi: una professionista seria, amante del suo lavoro e molto dolce. Sin da subito abbiamo visto la disponibilità da parte del datore di lavoro e anche Stefano ha dimostrato di saper svolgere i suoi compiti in completa autonomia”.

Stefano Endine

La contentezza è comune, come conferma il datore di lavoro, Davide Savoldelli: “Abbiamo premiato il suo lavoro: Stefano svolge attivamente i suoi compiti e il rapporto che ha instaurato con i clienti è perfetto: porta i vassoi ai tavoli, è simpatico, sempre pronto alla battuta e non ha vergogna. Un ragazzo e un dipendente davvero educatissimo”.

E per festeggiare al meglio, il 22 agosto Stefano spegnerà le 28 candeline abbracciato dall’affetto dei suoi cari ma anche da quello dei colleghi.

© Riproduzione riservata

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.