Tribunale

Calano i fallimenti a luglio, sono 136 da inizio anno

Quattordici i fallimenti registrati, a Bergamo, nel mese di luglio. Nove in meno rispetto alle dichiarazioni di fallimento comunicate, a giugno, dal Tribunale di Bergamo

Calano i fallimenti sia nel confronto con il mese precedente che con lo stesso periodo dello scorso anno.

Quattordici i fallimenti registrati, a Bergamo, nel mese di luglio. Nove in meno rispetto alle dichiarazioni di fallimento comunicate, a giugno, dal Tribunale di Bergamo. Da inizio anno sono 136 le aziende che non sono riuscite a far fronte ai pagamenti, in netto calo rispetto alle 148 dei primi sette mesi del 2017.

A luglio quasi la metà delle aziende fallite erano già in liquidazione, procedura attraverso la quale l’impresa cessa la propria attività produttiva o commerciale e trasforma il proprio patrimonio in denaro per pagare i dipendenti, i debiti, e il fisco. Altre dichiarazioni di fallimento sono state sollecitate dallo stesso imprenditore.

Le società, già in liquidazione, che compaiono nella sezione fallimenti, sono la Pz Engineering srl di Bagnatica; la Impremi srl di Covo; la società di produzione cinture e borse in vera pelle Ve.Ste.Ro Moda srl, di Telgate, con richiesta di fallimento presentata dal pubblico ministero; la società di ristorazione M&L Bergamo srl di Bergamo; la Aeffe Store srl di Bergamo; e l’attività di commercio nel settore di materiali ed accessori per l’edilizia, la posa in opera e l’installazione nonché la manutenzione di prodotti ed impianti per l’edilizia in genere Birondi Group di Bergamo.

Dichiarazione di fallimento sollecitata dallo stesso imprenditore per l’attività di acquisto, lavorazione e vendita all’ingrosso ed al minuto di mobili, articoli per la casa e per l’illuminazione, elettrodomestici, articoli per giardinaggio, arredo bagno e serramenti, Cannata srl di Ciserano; per l’attività di lavorazione e produzione di decorazioni di ordini cavallereschi, civili, militari, ecclesiastici, medaglie, distintivi, bronzi, coppe, smalti, coni, incisioni di metalli Alberti Medaglie srl di Pognano; e per l’attività di acquisto, vendita, permuta, locazione, costruzione, gestione e amministrazione di beni immobili civili ed industriali Immobiliare Letizia srl di Cisano Bergamasco.

Anche a luglio non mancano fallimenti nel settore edile e per attività legate alle costruzioni. A portare i libri in Tribunale la Edilizia Benzoni snc di Benzoni Soleni Carlo & C. di Bergamo; l’impresa individuale Fire Fighting Services di Parodi Giorgio di Paladina; e la Rima Impianti srl di Ranica per l’attività di installazione e manutenzione di impianti igienico sanitari, termoidraulici civili ed industriali, nonché l’attività di lattoneria, la realizzazione manutenzione ed assemblaggio di impianti antincendio e di climatizzazione.

Costrette ad alzare bandiera bianca anche la Fashion Magik Color srl per il commercio all’ingrosso ed al dettaglio di abbigliamento e la produzione dello stesso e di prodotti tessili in genere, articoli in pelle, scarpe, borse ed accessorie, e la Rutaltech srl – in concordato preventivo – di Zogno, per l’attività di produzione, lavorazione e commercio di oggetti ed articoli il legno, in plastiche, in vetro, in pietra, marmo e ceramiche, in metalli o leghe leggere e simili e relativi studi di fattibilità e di progettazione.

Vuoi leggere BergamoNews senza pubblicità?   Iscriviti a Friends! >>
Più informazioni
commenta

NEWSLETTER

Notizie e approfondimenti quotidiani sulla tua città.

ISCRIVITI