Quantcast
Zingonia, abbattute le scale delle "torri dello spaccio" per evitare l'occupazione - BergamoNews
L'operazione

Zingonia, abbattute le scale delle “torri dello spaccio” per evitare l’occupazione

L'ordinanza che ha dato il via ai lavori è stata emessa direttamente dal sindaco di Ciserano Enea Bagini

A Zingonia nuovo giro di vite contro l’illegalità: In attesa del definitivo abbattimento delle famigerate “torri dello spaccio”, nella mattinata di giovedì 9 agosto è iniziata la fase di demolizione delle scale di accesso ai piani superiori delle torri.

Prima “vittima” di questo smantellamento il complesso Athena1 di via Monaco 5, ormai completamente disabitato e con le immissioni in possesso degli appartamenti già avvenute da tempo.

Alle 9 gli operai di Aler – Azienda Lombarda Edilizia Residenziale -, ora proprietaria dell’immobile, armati di martello pneumatico e attrezzi da lavoro hanno dato il via alla demolizione delle prime tre rampe di scale partendo dal piano rialzato, in modo da impedire agli irregolari di raggiungere gli appartamenti presenti nei piani superiori di questi complessi residenziali e prenderne possesso in modo abusivo.

L’ordinanza che ha dato il via ai lavori, emessa direttamente dal sindaco di Ciserano Enea Bagini, prevede non solo la distruzione delle prime rampe di scale ma anche il totale distacco della fornitura di energia elettrica da parte di Enel, fornitore del servizio, in modo da contrastare in modo ancor più deciso lo sfruttamento abusivo dell’edificio.

“Abbiamo dato il via a questo piano di abbattimento delle prime rampe di scale per contrastare, ancora di più, il fenomeno dell’abusivismo – spiega il sindaco Bagini – ovviamente non ci fermeremo qui: man mano che si libereranno gli altri condomini, con lo spostamento dei residenti, proseguiremo anche in quelle strutture con l’opera di demolizione delle vie di accesso ai piani rialzati”.

Vuoi leggere BergamoNews senza pubblicità?   Iscriviti a Friends! >>
Più informazioni
leggi anche
incendio torri
Il caso
Zingonia, le torri bruciano ancora: altro incendio nel primo pomeriggio
commenta

NEWSLETTER

Notizie e approfondimenti quotidiani sulla tua città.

ISCRIVITI