Cornate, cadavere di donna nella centrale idroelettrica: trasportato dal fiume - BergamoNews
Il giallo

Cornate, cadavere di donna nella centrale idroelettrica: trasportato dal fiume

Il corpo era all'interno di uno speciale contenitore delle acque dell'Adda, il fiume che prima di arrivare nel Monzese attraversa anche parte della provincia di Bergamo

Sarebbe stato trasportato dal fiume Adda il cadavere di donna che è stato recuperato dai carabinieri e dai vigili del fuoco all’interno della centrale idroelettrica “Esterle” dentro a un compattatore di rifiutia Cornate d’Adda (Monza), al confine con la provincia di Bergamo.

Il corpo era all’interno di uno speciale contenitore dove vengono convogliati i detriti che si depositano sulle griglie di contenimento delle acque dell’Adda, il fiume che prima di arrivare nel Monzese attraversa anche parte della Bergamasca.

La donna, che potrebbe aver avuto tra i 60 e i 70 anni, non è stata ancora identificata. L’ipotesi è che il suo corpo sia arrivato all’interno della centrale trasportato dall’acqua.

Al momento ai carabinieri di Vimercate (Monza), che indagano sulla vicenda, non risulterebbero denunce di scomparsa compatibili con la donna deceduta. All’apparenza non vi sarebbero evidenti segni di violenza sul suo corpo. Lunedì verrà effettuata l’autopsia per cercare di capire come sia avvenuto il decesso. Non si esclude nessuna pista

Più informazioni
commenta

NEWSLETTER

Notizie e approfondimenti quotidiani sulla tua città.

ISCRIVITI

Per favore, disabilita AdBlock per continuare a leggere.

Bergamonews è un quotidiano online gratuito che non riceve finanziamenti pubblici: l’unica fonte di sostegno del nostro lavoro è rappresentata dalle inserzioni pubblicitarie, che ci permettono di esistere e di coprire i costi di gestione e del personale.
Per visualizzare i nostri contenuti, scritti e prodotti da giornalisti a tempo pieno, non chiediamo e non chiederemo mai un pagamento: in cambio, però, vi preghiamo di accettare la presenza dei banner, per consentire a Bergamonews di restare un giornale gratuito.
Vuoi continuare a leggere BergamoNews senza pubblicità? Scopri come su bergamonewsfriends.it