Quantcast
Imbuto di Pontesecco, agosto senza birilli: si scatena la polemica sui social - BergamoNews
Viabilità

Imbuto di Pontesecco, agosto senza birilli: si scatena la polemica sui social

Una decisione che sembra avere scontentato qualche automobilista

Il primo agosto sono stati tolti i birilli di Pontesecco. In compenso, sono tornate le solite code e le solite attese. Una decisione annunciata, che ha tuttavia scontentato qualche automobilista.

Stiamo parlando dei i birilli spartitraffico che regolano la viabilità proveniente dalla Valle Brembana e di Ponteranica verso Bergamo. Come spesso accade, la polemica è nata sul gruppo Facebook del paese (in questo caso “Sei di Ponteranica se…”) dove c’è qualcuno che avrebbe voluto vedere i birilli almeno fino al termine della settimana. Il motivo? “Impiegare un’ora per arrivare da Almè a Bergamo – scrivono – non sta né in cielo né in terra”.

Sulla questione, ormai decennale, è intervenuto il sindaco di Ponteranica Alberto Nevola (area centronistra, legato al Pd): “I birilli – spiega – sono gestiti da Atb e non dal Comune di Ponteranica“, che si è speso per estendere il servizio fino ad agosto. “Sarebbe utile – prosegue il sindaco – che queste sollecitazioni arrivassero anche ai Comuni di Almè, Villa d’Almè e Sorisole i cui cittadini sono quelli più penalizzati dall’assenza dei birilli”.

Al suo commento ha fatto seguito quello di Claudio Armati, ex sindaco del paese dell’hinterland che i birilli li ha inventati: “Posizionarli anche nel mese di agosto costerebbe circa 2mila euro – il suo commento -. Se si escludono le due settimane intermedie, la spesa si riduce a mille euro (per Ponteranica circa 100 euro). Non sono cifre che spaventano – conclude Armati -. Spaventa che non si assumano decisione opportune senza avere bisogno della sollecitazione dei cittadini”.

Va detto che lo scorso ottobre è concluso il cantiere per l’allargamento della sede stradale, nell’ottica di migliorare la viabilità. I lavori, eseguiti in accordo tra il Comune di Bergamo e quello di Ponteranica, hanno comportato la razionalizzazione dei marciapiedi per una lunghezza di poche decine di metri tra via Biava e via della Bollina, al fine di permettere agli automobilisti di mantenere un doppio affiancamento in uscita da Bergamo e per tutto il tratto in via Serena a Ponteranica, e in entrata verso l’incrocio con via Biava sempre a Bergamo.

Il tutto in attesa di una soluzione definitiva, che dovrebbe essere quella della formazione di quattro corsie in uscita da Bergamo. Il progetto, curato dalla Provincia utilizzando i fondi del Patto per la Lombardi, dovrebbe essere cantierabile nel 2019. Due i punti fondamentali: il primo è l’allargamento del sedime fino all’incrocio con via Maresana (poco più di 200 metri totali). L’altra grande novità è il rondò previsto all’intersezione tra la circonvallazione Plorzano, la provinciale 470 e via Ruggeri da Stabello.

Vuoi leggere BergamoNews senza pubblicità?   Iscriviti a Friends! >>
leggi anche
Album Generico
Viabilità
Pontesecco, accordo tra Palafrizzoni e Atb: tornano i birilli
commenta

NEWSLETTER

Notizie e approfondimenti quotidiani sulla tua città.

ISCRIVITI