Quantcast
Un guscio per rendere antisismici gli edifici: l'innovazione di Marlegno - BergamoNews
Il progetto

Un guscio per rendere antisismici gli edifici: l’innovazione di Marlegno

Si chiama AdESA ed è stato sviluppato dall'azienda bergamasca Marlegno insieme all'Università degli Studi di Bergamo, all'Università degli Studi di Brescia, Harpaceas ed Edilmatic: garantisce anche un'alta efficienza energetica.

Un guscio di legno per rendere gli edifici ad alta efficienza energetica: si chiama AdESA ed è stato presentato martedì dall’azienda bergamasca Marlegno che lo ha progettato in collaborazione con Università degli Studi di Bergamo, Università degli Studi di Brescia, Harpaceas ed Edilmatic.

Si tratta di un sistema che permette di incapsulare un intero edificio in un guscio di legno, permettendone la riqualificazione e consentendo in un sol colpo di migliorare le prestazioni energetiche​, effettuare un restyling architettonico​ e conferire alla struttura resistenza antisismica​, il tutto con in tempi rapidissimi e senza che sia necessario che gli abitanti lascino l’edificio.

AdESA non è solo un’idea innovativa sulla carta, al contrario, è già realtà: verrà applicato per la prima volta a Brescia, in particolare sulla palestra comunale del villaggio Badia.

adesa

Sì, ma come funziona? In una prima fase viene eseguito un rilievo​ molto dettagliato dell’edificio, utilizzando sia droni che laser scanner​, due tecnologie che consentono di creare un modello tridimensionale estremamente preciso dello stabile.

Successivamente il guscio di legno​ viene progettato e prefabbricato, in modo che il cantiere si risolva con il montaggio di quanto già prodotto in fabbrica. Ecco perché si riesce a non arrecare agli abitanti il disagio di dover abbandonare l’edificio e a ridurre il tempo di cantiere​ rispetto alle altre tecniche di riqualificazione.

Il sistema è stato progettato per ridurre l’impatto ambientale non solo migliorando le prestazioni energetiche dell’edificio, ma anche studiando il ciclo di vita completo di ogni sua parte. AdESA infatti a fine vita è interamente riciclabile.

Interventi di questo tipo sono fortemente incentivati dal Governo, che ha previsto, tramite lo strumento del Sismabonus, agevolazioni fiscali fino all’85% per riduzioni del rischio sismico di almeno due classi. Il progetto prevede un investimento di circa 1,7 milioni di euro e vedrà la sua conclusione nell’estate 2019.

Grazie al bando Smart Living di Regione Lombardia, per il quale ha ottenuto il punteggio più alto in graduatoria, AdESA riceverà un contributo a fondo perduto di circa 800mila euro.

Alla presentazione di AdESA hanno partecipato il Consigliere di Regione Lombardia Paolo Franco e diversi rappresentanti delle Università di Bergamo e Brescia e del Comune di Brescia.

Insomma, AdESA è un piccolo orgoglio innovativo bergamasco che si spera possa migliorare la sicurezza di tutti gli abitanti di zone a rischio sismico e l’impatto ambientale.

Vuoi leggere BergamoNews senza pubblicità?   Iscriviti a Friends! >>
Più informazioni
commenta

NEWSLETTER

Notizie e approfondimenti quotidiani sulla tua città.

ISCRIVITI