Fiera Sant’Alessandro, 95 espositori da Bergamo: e torna l'apertura serale - BergamoNews
Agricoltura e zootecnia

Fiera Sant’Alessandro, 95 espositori da Bergamo: e torna l’apertura serale

L'antica manifestazione vedrà la partecipazione già annunciata di circa 155 imprese provenienti da 14 regioni italiane, fra le quali spicca la Lombardia con 115 espositori di cui 95 bergamaschi.

Torna anche quest’anno nella tradizionale location di via Lunga la Fiera di Sant’Alessandro, evento millenario organizzato da Bergamo Fiera Nuova e Ente Fiera Promoberg in occasione dei festeggiamenti del santo patrono ed in programma dal 31 agosto al 2 settembre.

La manifestazione dedicata all’agricoltura ed alla zootecnia, presentata nella giornata di mercoledì 25 luglio, partirà dal tema dell’umiltà e della laboriosità degli agricoltori cogliendo l’invito lanciato dalla Diocesi di Bergamo: “Occorre ripartire partire dal contatto con la terra e dalla sua umiltà, mantenendo la razionalità che contraddistingue la vita del contadino – sottolinea Luigi Trigona, segretario generale di Ente Fiera Promoberg – Da millenni feste agricole come la battitura grano , la vendemmia e ‘brucatura’ delle olive segnano il passaggio del tempo e delle stagioni unendo cielo e terra e creando quindi un legame fra il momento di convivialità della fiera e quello religioso delle celebrazioni per il santo patrono”.

“La manifestazione, con espositori provenienti da tutta Italia, pur restando per il grande pubblico una ‘festa popolare’, è un importante e consolidato punto di riferimento economico per la filiera agro-alimentare – osserva Paolo Malvestiti, presidente della Camera di Commercio di Bergamo – Questo è l’esempio più bello di come e quanto il settore primario si sia sviluppato, grazie a passione, competenze e innovazioni tecnologiche capaci di alzare costantemente la qualità dei prodotti e dei servizi. Si tratta di una filiera con cinquemila imprese e circa ottomila addetti operanti sul nostro territorio che dà risultati importanti per la nostra economia: infatti, negli anni della crisi, il settore primario, soprattutto grazie all’export, ha sostenuto l’economia nazionale. Anche per la quindicesima edizione presso la Fiera di Bergamo, gli organizzatori dell’evento (Bergamo Fiera Nuova e Promoberg ) a cui vanno i miei ringraziamenti, sono riusciti a mettere in vetrina il meglio del settore. Il successo della manifestazione è frutto anche di un efficace gioco di squadra che ha visto protagonista la Camera di Commercio di Bergamo, che ha messo a disposizione un importante contributo economico. Ciò ha consentito, con un notevole sforzo organizzativo, di confermare l’ingresso gratuito per la giornata inaugurale del venerdì, e di allestire un evento di altissimo spessore, con costi molto contenuti a carico delle aziende espositrici”.

La kermesse dedicata alla filiera agroalimentare sotto le sue diverse sfaccettature si svilupperà su circa 50.000 metri quadri e vedrà la presenza già annunciata di circa 155 imprese provenienti da 14 regioni italiane, fra le quali spicca la Lombardia con 115 espositori di cui 95 bergamaschi: “Si tratta di una fiera ibrida che si rivolge sia a operatori del settore che a privati che vogliono avvicinarsi a questo mondo – spiega Carlo Conte, Project Manager per Promoberg della Fiera di Sant’Alessandro – La fiera in questi anni si è evoluta in parte verso il settore equestre alla quale parteciperanno circa 250 esemplari oltre ad altri che parteciperanno alla sesta edizione del concorso internazionale Purosangue Arabi, alla quale prendono parte numerosi allevatori stranieri, in particolare provenienti dai paesi arabi. Come in passato si proseguirà con la tradizionale rassegna bovini, 250 capi che verranno ospitati in quattro tensostrutture, mentre sono in crescita l’allevamento suino”.

Molte le iniziative in programma nel corso della tre giorni, come la mostra di colombi viaggiatori e le iniziative dedicate al mondo equestre che si svolgeranno all’esterno del polo fieristico senza dimenticare la didattica come i convegni tecnici dedicati agli operatori del settore, nonostante ciò a spiccare sarà una novità: “A differenza dello scorso anno reintrodurremo l’apertura serale nella giornata di sabato, permettendo così ai visitatori di raggiungere la fiera anche dopo cena – prosegue Conte – Lo scorso anno abbiamo raggiunto un numero di 45.000 visitatori a differenza dei circa 50.000 degli anni precedenti anche per via di una bomba d’acqua che ha allagato le nostre strutture. Sperando nel meteo, puntiamo a raggiungere ancora una volta i livelli degli scorsi anni”.

commenta

NEWSLETTER

Notizie e approfondimenti quotidiani sulla tua città.

ISCRIVITI

Per favore, disabilita AdBlock per continuare a leggere.

Bergamonews è un quotidiano online gratuito che non riceve finanziamenti pubblici: l’unica fonte di sostegno del nostro lavoro è rappresentata dalle inserzioni pubblicitarie, che ci permettono di esistere e di coprire i costi di gestione e del personale.
Per visualizzare i nostri contenuti, scritti e prodotti da giornalisti a tempo pieno, non chiediamo e non chiederemo mai un pagamento: in cambio, però, vi preghiamo di accettare la presenza dei banner, per consentire a Bergamonews di restare un giornale gratuito.
Vuoi continuare a leggere BergamoNews senza pubblicità? Scopri come su bergamonewsfriends.it