I capitali del Qatar con il fondo Peninsula entrano in Kiko, i cosmetici di Percassi - BergamoNews
Il fondo

I capitali del Qatar con il fondo Peninsula entrano in Kiko, i cosmetici di Percassi

L’investimento di Peninsula sarà funzionale alla realizzazione degli obiettivi di crescita di KIKO delineati nel piano industriale 2018-2020, con un particolare focus sugli investimenti per circa 90 milioni di euro

La Famiglia Percassi, attiva nello sviluppo e gestione di reti commerciali per importanti brand propri, in joint venture o in partnership dei settori cosmesi, fashion, food e sportivo, ha sottoscritto un accordo vincolante con Peninsula, investitore internazionale di private equity, per l’esecuzione di una complessa operazione che prevede l’ingresso di Peninsula nel capitale di Kiko Spa attraverso un aumento di capitale riservato. Peninsula deterrà all’esito dell’operazione, che è subordinata all’autorizzazione antitrust in Spagna, una partecipazione del 33% nel capitale di Kiko e sarà rappresentata negli organi sociali dell’azienda. L’operazione complessiva ammonta a circa 80 milioni di euro.

L’investimento di Peninsula sarà funzionale alla realizzazione degli obiettivi di crescita di Kiko delineati nel piano industriale 2018-2020, con un particolare focus sugli investimenti per circa 90 milioni di euro, di cui circa un terzo destinati all’innovazione tecnologica per un business sempre più globale, innovativo e digitale.

Le principali linee guida del piano strategico, promosso dall’Amministratore Delegato Cristina Scocchia, comprendono, tra l’altro: 1) una ridefinizione della presenza geografica di Kiko con forti investimenti focalizzati in particolare in Medio Oriente, Asia e India; 2) la modernizzazione dei sistemi IT (con il rafforzamento del CRM e dei sistemi ERP) e della supply chain; 3) investimenti nel settore e-commerce, con l’obiettivo di raddoppiare la percentuale del fatturato ricavato da questo canale di vendita, dall’attuale 3,5% al 7% entro il 2020.

Fondata nel 1997 da Antonio e Stefano Percassi, Kiko è una multinazionale italiana presente in 21 Paesi con 7.500 dipendenti, 950 punti di vendita diretti e un canale e-commerce esteso a 32 Paesi, l’ultimo dei quali è la Cina, grazie alla prima vetrina online su Tmall Global, marketplace B2C del Gruppo Alibaba.

Kiko ha chiuso il 2017 con un fatturato pari a 610 milioni di euro.

Peninsula è un investitore internazionale di private equity, caratterizzato da una strategia di investimento di medio-lungo termine e con una importante expertise in ambito consumer-retail e un forte network internazionale nei Paesi chiave per l’atteso futuro sviluppo di Kiko.

Dopo i magazzini Harrods i capitali del Qatar, con il fondo Peninsula, volano verso Kiko. Il fondo sovrano del Qatar, attraverso la Qatar Investment Authority (QIA), è uno dei principali investitori di Peninsula Capital, con circa 600 milioni di euro secondo indiscrezioni di mercato. L’obiettivo del fondo è supportare l’acquisizione di partecipazioni di maggioranza e di minoranza nel Sud Europa, in particolare in Italia e in Spagna. Il fondo sovrano del Qatar ha, tra l’altro, comprato nel maggio 2010 i famosi magazzini Harrods, marchio leader nel settore retail, ed è anche proprietario di brand del lusso quali Valentino e Balmain.

La presenza di investitori come il fondo del Qatar in Peninsula, darà un importante contributo per lo sviluppo di Kiko in aree come il Medio Oriente, su cui Kiko punta molto.

“Questa operazione rappresenta un passo importante per Kiko, a 21 anni dalla sua nascita. Con il nostro nuovo partner Peninsula, vogliamo consolidare la crescita di questo marchio, che ha rivoluzionato il settore della cosmetica con un’offerta di prodotti di qualità ad un prezzo accessibile a tutte le donne”, ha dichiarato Antonio Percassi, Presidente di Kiko. “Rivestono un ruolo centrale nel nostro piano industriale triennale lo sviluppo di canali digitali innovativi, sia nell’ambito della vendita, con il coinvolgimento sempre maggiore dei consumatori in-store e online, che della gestione aziendale. Si apre una nuova fase nella storia di Kiko, che sarà ancora più vicina ai consumatori dei Paesi con il più alto tasso di crescita, senza dimenticare le sue origini e il suo DNA italiani”.

Da Peninsula aggiungono: “Kiko è una società leader con un marchio altamente apprezzato in un settore estremamente interessante e con prospettive di forte sviluppo. Siamo convinti che attraverso le nuove risorse di capitale da noi apportate si potranno accelerare le prospettive di crescita di Kiko creando del valore significativo per tutti gli azionisti. Peninsula darà inoltre un contributo attraverso la propria rete di contatti internazionali per aiutare l’ingresso di Kiko in nuovi mercati”.

Kiko è stata assistita dallo Studio Legale Gatti Pavesi Bianchi e Peninsula dallo Studio Legale Lombardi Segni e Associati; Rothschild ha agito in qualità di advisor finanziario per Kiko.

leggi anche
  • La classifica
    Kiko, Brembo, Ubi Banca e Aruba tra le aziende più inclusive d’Europa
    Generico novembre 2020
  • Cosmesi
    Kiko apre 300 negozi e crea mille posti di lavoro
    Kiko Milano
commenta

NEWSLETTER

Notizie e approfondimenti quotidiani sulla tua città.

ISCRIVITI

Per favore, disabilita AdBlock per continuare a leggere.

Bergamonews è un quotidiano online gratuito che non riceve finanziamenti pubblici: l’unica fonte di sostegno del nostro lavoro è rappresentata dalle inserzioni pubblicitarie, che ci permettono di esistere e di coprire i costi di gestione e del personale.
Per visualizzare i nostri contenuti, scritti e prodotti da giornalisti a tempo pieno, non chiediamo e non chiederemo mai un pagamento: in cambio, però, vi preghiamo di accettare la presenza dei banner, per consentire a Bergamonews di restare un giornale gratuito.
Vuoi continuare a leggere BergamoNews senza pubblicità? Scopri come su bergamonewsfriends.it