BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Parco Malpensata, 67 controlli e 15 sanzioni: arrivano le Guardie Giurate

Il bilancio dell'anno 2018. Dalla prossima settimana controlli della Polizia Locale nelle ore pre-serali e delle Guardie Giurate la notte

Due giorni fa l’annuncio del vicesindaco Sergio Gandi e della Comandante della Polizia Locale del Comune di Bergamo Gabriella Messina che nei prossimi giorni sarà attivato uno specifico servizio di presidio del parco della Malpensata, dove si registrano situazioni di maleducazione e disturbo della quiete pubblica, oltre all’inosservanza del divieto di introduzione di alcoolici nel giardino del quartiere.

Il Comune vuole quindi reprimere i comportamenti fastidiosi (dall’abbandono di bottiglie vuote a un individuo, noto al Comando per condizioni di fragilità sociale, che espone i propri vestiti ad asciugare al sole sui rami di alberi, ecc.) che i cittadini hanno segnalato nella zona e che i ragazzi di GATE, il centro giovanile comunale che ha sede proprio nel parco, hanno spesso aiutato a mitigare, richiamando l’attenzione della Polizia Locale più volte.

In questi ultimi sei mesi l’attenzione è comunque stata alta nell’area. A partire del 1 gennaio 2018 i controlli effettuati ammontano a un totale di 67 (una decina di questi in collaborazione con ANC – Associazione Nazionale Carabinieri). Le sanzioni elevate a partire dal mese di Marzo sono state 15, 13 di queste proprio per il mancato rispetto del divieto di introdurre e consumare bevande alcoliche nei parchi cittadini e introdurre bevande in contenitori di vetro.

Dalla prossima settimana sarà garantita maggiore presenza della Polizia Locale, soprattutto nelle ore pre-serali, e una intensificazione del controllo notturno da parte delle Guardie Giurate incaricate dal Comune di Bergamo di verificare il patrimonio pubblico (monumenti, edifici, ma anche appunto parchi e aree verdi) nelle ore in cui la Polizia Locale non è in servizio.

“Non si tratta di reati gravi – spiega il vicesindaco Sergio Gandi – ma certo che nel parco permane una situazione disordinata, contro la quale vogliamo comunque intervenire, rispondendo alle segnalazioni che vengono dal quartiere. Il Parco, dalla sua riapertura, è divenuto punto di riferimento per molte persone della zona, anche grazie all’impegno e al lavoro dei ragazzi del GATE, il centro giovanile che quest’estate propone anche un’interessante cartellone di eventi. Dai prossimi giorni quindi intensificheremo il lavoro – che già si sta facendo, come dimostrano i dati da gennaio a oggi – nell’area verde, per migliorarne la vivibilità e l’ordine.”

© Riproduzione riservata

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.