BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

La battaglia legale tra il pm Ruggeri e il criminologo di Bossetti sulla “falsa laurea”

Dopo il proscioglimento, il ricorso in appello del magistrato: lunedì Ezio Denti ha portato in aula la sua presunta tesi di laurea. Ma il gup Ciro Iacomino l'ha rinviato a giudizio

Otto gennaio 2016. Nell’aula della Corte d’Assise del tribunale di Bergamo si sta celebrando il processo di primo grado ai danni di Massimo Giuseppe Bossetti, poi condannato all’ergastolo per il brutale delitto di Yara Gambirasio. Quel giorno, di fronte alla Corte presieduta dal giudice Antonella Bertoja, è chiamato a deporre Ezio Denti, consulente della difesa del carpentiere di Mapello.

Denti, come già aveva scritto in alcuni suoi libri, rispondendo a una domanda del pubblico ministero Letizia Ruggeri sui suoi titoli di studio, si presenta come “laureato in ingegneria sezione industriale, con specializzazione in balistica applicata alla criminologia, a Friburgo, in Svizzera”.

Il sostituto procuratore subito tuona dal suo banco: “Ma lei non è ingegnere, a me risulta che abbia solo il diploma di ragioniere e perito commerciale con 36/60esimi e che in quell’istituto di Friburgo non ci sia la facoltà di Ingegneria. Ho fatto una ricerca al Miur (ministero dell’Istruzione, ndr) e lei nel nostro Paese non risulta affatto laureato”. Una tesi confermata dall’ufficio statale italiano, che registra lauree e diplomi, secondo cui il titolo di Denti si limita appunto a uno striminzito 36/60esimi agli esami da ragioniere e perito commerciale. E anche dalla stessa università Svizzera fanno sapere che “Notre université n’est pas une école d’ingénieurs”. A Friburgo, insomma, ingegneria non c’è.

La procura di Bergamo apre un fascicolo a carico di Denti per falsa testimonianza. Si arriva al processo, dove il criminologo, noto per le sue comparse in trasmissione televisive di cronaca nera, lo scorso dicembre viene prosciolto dal Gup Bianca Maria Bianchi grazie a un certificato compilato da una società francese che ne attesterebbe la laurea.

Ma il pm Ruggeri presenta ricorso contro Denti, difeso dagli avvocati Claudio Salvagni e Paolo Camporini (gli stessi di Bossetti). Nell’udienza di lunedì 16 luglio il consulente ha portato in aula una copia della sua presunta tesi di laurea. Una prova che non è bastata al gup Ciro Iacomino, che l’ha rinviato a giudizio. Il processo, in programma il prossimo 5 novembre, su proposta dei legali dell’imputato sarà celebrato con rito abbreviato.

© Riproduzione riservata

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.