BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Centauro bergamasco morto nel Lecchese: assolto il dirigente della Provincia

Demetrio Locatelli, 53enne di Filago, padre di Giorgio e Simone, stava percorrendo la Bellano-Taceno con la sua Ducati Monster quando cadde rovinosamente a terra

Assolto perché il fatto non sussiste. Il giudice Salvatore Catalano del Tribunale di Lecco, dopo una lunga camera di consiglio, ha assolto con formula piena il dirigente dei lavori pubblici della Provincia, l’ingegner Angelo Valsecchi, accusato di omicidio colposo per l’incidente che il 16 giugno 2013 stroncò la vita di un motociclista. Lo riporta Leccoonline.

Quel giorno Demetrio Locatelli, 53enne di Filago, stava percorrendo la Bellano-Taceno con la sua Ducati Monster quando cadde rovinosamente a terra. L’imprenditore bergamasco, padre di Giorgio e Simone, quella domenica mattina avrebbe perso il controllo della sua moto mentre stava affrontando una curva, scivolando poi sotto le protezioni ai bordi della strada di montagna e rotolando per una cinquantina di metri lungo la scarpata che degrada verso il torrente Pioverna: un volo che non gli ha lasciato scampo.

Insufficiente o inadeguata manutenzione del manto stradale e del guard rail sono i motivi del procedimento penale aperto a carico del dirigente del settore Strada e Lavori pubblici dell’amministrazione provinciale di Lecco, ipotizzandone una eventuale responsabilità, accusato perciò di omicidio colposo ai sensi dell’articolo 589 del codice penale.

La richiesta di assoluzione piena per il dirigente è stata formulata, nell’udienza dell’8 maggio scorso, dal Pubblico Ministero Mattia Mascaro, non ritenendosi provata oltre ogni ragionevole dubbio la responsabilità di Valsecchi per quanto accaduto. Stesse conclusioni per l’avvocato Edoardo Fumagalli, difensore di fiducia dell’ingegnere. Il giudice monocratico Catalano ha quindi confermato quanto ipotizzato dalla pubblica accusa e dalla difesa.

© Riproduzione riservata

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.