BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Come cambia l’Atalanta con Zapata: Petagna e Cornelius con la valigia in mano

Con l'arrivo del centravanti ex Samp il triestino potrebbe finire alla Spal, mentre per il danese si cerca ancora una sistemazione

Porterà a una mini-rivoluzione l’arrivo di Duvan Zapata all’Atalanta: l’attacco dei nerazzurri è pronto a trasformarsi.

Nella giornata di mercoledì il colombiano ha sostenuto le visite mediche a Zingonia e giovedì dovrebbe arrivare l’annuncio ufficiale del suo ingaggio: tra giovedì e venerdì, infine, è atteso in ritiro.

Con la valigia in mano ci sono Andrea Petagna e Andreas Cornelius, che difficilmente saranno trattenuti per fare da panchinari dal momento che nelle gerarchie di Gian Piero Gasperini sono dietro anche a Musa Barrow, intoccabile, e al nuovo arrivato Marco Tumminello.

Lo schema di gioco tanto caro al tecnico piemontese – il 3-4-3 con Josip Ilicic libero di muoversi su tutta la trequarti – non verrà cambiato, così viene davvero difficile pensare che l’Atalanta possa iniziare la stagione con cinque centravanti in rosa, così come viene difficile pensare che Petagna (praticamente titolare negli ultimi due anni) accetti di giocare col contagocce.

Per questo, ora, piazzato il colpo-Zapata si lavora sul mercato in uscita.

Chi da tempo ha espresso il suo apprezzamento per il centravanti triestino è la Spal, che vede il numero 29 come un vero e proprio sogno estivo. La destinazione emiliana, per Petagna, è al momento quella più probabile, ma nei prossimi giorni a Zingonia sono attese altre chiamate, altre offerte.

Un attimo più complicata, invece, la situazione di Cornelius. L’agente del gigante danese si sta guardando in giro in cerca di una sistemazione, ma non è da escludere (anche se pare difficile) neppure l’ipotesi che l’ex Copenaghen alla fine resti a Bergamo come terza/quarta punta, a giocarsi le sue carte almeno fino a gennaio.

In entrata verrà fatto ancora qualcosa, sicuramente: sulla lista delle richieste firmata dal Gasp ci sono ancora un esterno e un centrocampista centrale.

Per la difesa, invece, non è detto che vengano fatti nuovi colpi, anche dopo la brutta notizia del ko di Marco Varnier: per il momento è stata bloccata la cessione dell’albanese Berat Djimsiti, che sarà valutato attentamente dall’allenatore e che potrebbe occupare la casella lasciata libera dall’ex Cittadella almeno fino al mercato di riparazione.

Nel frattempo i giovani classe 1999 Filippo Melegoni e Christian Capone sono vicinissimi al prestito al Pescara.

© Riproduzione riservata

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.