• Abbonati
Il caso

Niente Fiorentina, niente Samp: Atalanta, Sportiello ora è un separato in casa

Il portiere di Desio deve decidere se accettare il trasferimento al Frosinone oppure rischiare di finire fuori rosa fino alla riapertura del mercato

Non l’ha riscattato la Fiorentina, non è andato alla Sampdoria: ora Marco Sportiello è un separato in casa. Un caso vero e proprio.

L’Atalanta sta cercando una sistemazione per il portiere di Desio che, terminata la sua avventura toscana (la Viola non ha esercitato il diritto di ricatto a 5.5 milioni di euro), è rientrato a Bergamo. Ma è solo di passaggio.

I pessimi rapporti con Gianpiero Gasperini e la presenza di Gollini e Berisha in rosa – che si giocheranno il posto da titolare, presumibilmente – chiudono infatti la porta a una possibile permanenza in nerazzurro di Sportiello, passato in meno di due anni dall’essere un portiere nel giro della Nazionale al finire praticamente fuori rosa.

Poteva sbarcare a Genova, in blucerchiato, ma alla fine la Samp ha preferito pescare in Brasile il numero uno Jandrei dalla Chapecoense.

Ora restano poche altre opzioni: il Parma (che nelle ultime ore, però, pare essersi defilato) e il Frosinone. I gialloblù ciociari, al momento, sembrano essere la destinazione più probabile per Sportiello, che voci vicine all’ambiente nerazzurro non davano entusiasta di finire a lottare per non retrocedere ma che, molto probabilmente, si dovrà accontentare per non restare fermo almeno fino a gennaio, come successo due stagioni fa prima di passare alla Viola.

Vuoi leggere BergamoNews senza pubblicità?   Abbonati!
commenta

NEWSLETTER

Notizie e approfondimenti quotidiani sulla tua città.

ISCRIVITI