BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

L’assessore regionale Mattinzoli a San Pellegrino: “Così rilanceremo i comuni montani”

La presentazione del bando regionale, tenutasi giovedì 28 giugno presso il Casinò Municipale di San Pellegrino Terme, è stata occasione per discutere del tema del sostegno al commercio ed al turismo nelle zone di montagna

“Condividere e capire le difficoltà degli operatori e poi fare sintesi e individuare le priorità: è questo quello che voglio fare e il metodo che intendo seguire”. Questo ha dichiarato l’assessore regionale allo Sviluppo Economico Alessandro Mattinzoli durante l’evento di presentazione del bando ASSET a San Pellegrino Terme. Un bando regionale, dedicato ai comuni “montani”, che intende favorire il mantenimento ed il reinsediamento di imprese produttive, della distribuzione commerciale, del turismo e dei servizi in aree montane a debole densità abitativa e che desidera promuovere, allo stesso tempo, la crescita dell’attrattiva turistica dei territori presi in considerazione.

Con il bando, sono stati ammessi a contributo 6 progetti attivati in 73 comuni della provincia di Bergamo (con 8 distretti del commercio coinvolti), ai quali Regione Lombardia ha messo a disposizione 300mila euro a progetto, per un totale di 1 milione e 800mila euro. Le aree di intervento riguardano il mantenimento e la crescita del tessuto imprenditoriale, la promozione dell’offerta turistica ed il marketing. I progetti prendono in considerazione interventi pubblici per lo sviluppo socio-economico del territorio: dalla realizzazione di opere pubbliche riguardanti l’arredo urbano e la viabilità alla promozione di corsi di formazione (riguardanti l’approfondimento di attività digitali e della lingua inglese), dai servizi di consulenza energetica fino ad aspetti riguardanti l’animazione territoriale, con un occhio di riguardo verso le Pro Loco.

La presentazione del bando regionale, tenutasi giovedì 28 giugno presso il Casinò Municipale di San Pellegrino Terme (la cui gestione al gruppo QC Terme è ancora in fase di discussione, in particolare per quanto riguarda le modalità di utilizzo), è stata occasione per discutere del tema del sostegno al commercio ed al turismo nelle zone di montagna.

Fondamentale in questo senso deve essere “un cambio culturale all’interno della politica”, ha dichiarato Alessandro Mattinzoli, che intende privilegiare “il rapporto diretto con gli amministratori locali e con i cittadini. Esempio di questi rapporti virtuosi è proprio la partecipazione al Bando ASSET – continua Mattinzoli – che ha evidenziato la capacità dei partecipanti di fare rete, non solo nel pubblico, ma anche nei confronti dei privati che vogliono investire sul territorio”.

Hanno partecipato alla presentazione il professor Luca Zanderighi (ordinario di Marketing presso l’Università Statale di Milano, il quale ha sottolineato l’importanza delle infrastrutture digitali e degli incentivi per lo sviluppo locale), Oliviero Cresta (Manager dei Distretti di Commercio), Oscar Fusini (Direttore Ascom Bergamo), Filippo Caselli (Direttore Confesercenti), Camillo Bertocchi (sindaco di Alzano Lombardo, capofila del progetto), Roberto Facchinetti (Presidente della Comunità Montana Valle Imagna), Carmelo Goglio (sindaco di Olmo al Brembo), Vittorio Milesi (sindaco di San Pellegrino Terme).

Tema portante della presentazione è stata la necessaria sinergia tra pubblico e privato, indispensabile per arrestare il processo di desertificazione commerciale nei piccoli comuni, che va ad intaccare anche le realtà sociali. “I bandi devono essere un punto di partenza per fare sistema, non devono essere elemosine – conclude Mattinzoli -. Il fare sistema, l’innovazione tecnologica, le infrastrutture, la funzione anche sociale dei piccoli commercianti: tutto questo deve essere finalizzato al rilancio dei distretti del commercio in tutta la Lombardia”.

© Riproduzione riservata

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.