BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Campionati europei di corsa in montagna: trionfo italiano, secondo Cesare Maestri

L’Italia conquista anche la prova a squadre grazie all’ottavo posto del comasco dell’Atletica Valli Bergamasche Leffe Francesco Puppi

Trionfo italiano nei Campionati Europei di corsa in montagna in programma a Skopje sulle alture della Macedonia con la nazionale azzurra che monopolizza il podio della gara maschile: a conquistare le medaglie d’oro e di bronzo sono stati i fratelli cuneesi Bernard e Martin Dematteis (Corrintime), mentre al secondo posto è giunto il trentino dell’Atletica Valle Bergamasche Leffe Cesare Maestri.
I tre italiani hanno ottenuto una tripletta storica storico mai raggiunta da nessuna nazione nella storia della gara continentale e che ha permesso agli azzurri di conquistare anche la gara a squadre grazie anche all’ottavo posto del comasco dell’Atletica Valli Bergamasche Leffe Francesco Puppi.
“Ci siamo allenati bene, con testa e costanza – spiega Bernard Dematteis ai microfoni della Federazione Italiana di Atletica Leggera (FIDAL) – Siamo arrivati qui tutti in grande condizione, ma poi bisogna dimostrarlo in gara e sono davvero felice di essere riuscito a gestirla al meglio. Questo risultato lo abbiamo voluto con tutte le nostre forze”.
Secondo posto inaspettato per Cesare Maestri che, dopo il secondo posto, punta ad un altro traguardo non sportivo: “È la mia prima medaglia internazionale nella gara individuale, penso che me la ricorderò per sempre. Per me Bernard Dematteis è sempre stato un esempio, il mio capitano. Arrivare secondo dietro di lui è un’emozione e me la godo. Ci tenevo tantissimo a rifarmi della scorsa edizione, in cui avevo davvero sbagliato gara, mentre era andata molto meglio due anni fa. Però non mi aspettavo di andare così bene perché è stato un mezzo miracolo esserci, se penso che sono rimasto fermo due mesi in primavera per uno stiramento. Fra un paio di settimane dovrei discutere la tesi di laurea magistrale in ingegneria energetica all’ateneo di Trento. Poi voglio continuare con l’atletica, ma come ce l’ho fatta finora a trovare il tempo per allenarmi, spero che sia così anche in futuro”.

© Riproduzione riservata

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.