BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Ecco RITA, la Rete antiviolenza per le donne

Il presidente del Distretto Bergamo Est Gabriele Cortesi. "Sono davvero entusiasta per il riconoscimento della Regione Lombardia nei confronti del nostro Progetto R.I.T.A. Per contrastare la violenza nei confronti delle donne, tutti dobbiamo fare un passo in avanti, a partire dalle Amministrazioni Comunali e dagli Ambiti Territoriali".

Più informazioni su

Martedì 26 giugno nella sala consiliare del comune di Seriate il presidente del Distretto Bergamo Est Gabriele Cortesi, il direttore generale dell’ATS di Bergamo, Mara Azzi, il direttore generale dell’Azienda socio sanitaria di Seriate Francesco Locati, Oliana Maccarini, presidente dell’associazione Aiuto Donna di Bergamo hanno presentato il progetto della Rete Interistituzionale Territoriale Antiviolenza R.I.T.A. . RITA ha lo scopo di aiutare le donne che hanno subito violenza, a trasformarsi, passando dall’essere persone che si sentono colpevoli di errori non propri, al considerare in termini nuovi la propria esperienza capendo che il vero problema non sta in loro, bensì in chi ha agito in maniera aggressiva nei confronti di esse, sia sul piano fisico che mentale.

progetto Rita

RITA è stato approvato dalla Regione Lombardia ed è nata dalla volontà degli amministratoridei 103 Comuni raggruppati negli ambiti di Seriate, Grumello del Monte, Valle Cavallina, Monte Bronzone – Basso Sebino, Alto Sebino, Valle Seriana, Val Seriana Superiore – Val di Scalve, con capofila il Comune di Seriate. L’intento è combattere la violenza di genere nel territorio amministrato, insieme con gli interlocutori istituzionali e del privato sociale in un’ottica culturale mutuata dall’esperienza dei Centri antiviolenza.

Dichiara Gabriele Cortesi. “Sono davvero entusiasta per il riconoscimento della Regione Lombardia nei confronti del nostro Progetto R.I.T.A. Per contrastare la violenza nei confronti delle donne, tutti dobbiamo fare un passo in avanti, a partire dalle Amministrazioni Comunali e dagli Ambiti Territoriali”.

L’elevata incidenza del fenomeno della violenza alle donne impone che ogni territorio si impegni con interventi di contrasto e di prevenzione diffusi capillarmente, con particolare attenzione alle
aree più problematiche. Il Distretto Bergamo Est, che ha fatto proprio questo impegno, nel gennaio 2017 aveva già approvato e aggiornato il Prologo Provinciale ai piani di zona 2015-2017 in merito a politiche di prevenzione e contrasto alla violenza contro le donne, sottolineando la necessità di agire in quest’area con politiche e azioni di sistema. I comuni capofila dei 7 ambiti della rete, che hanno sottoscritto il protocollo, hanno nominato un proprio rappresentante della rete territoriale antiviolenza. Il Prologo Distrettuale, comune ai Piani di zona 2018-2020, dei 7 Ambiti Territoriali del Distretto Bergamo Est, intende consolidare la rete e ampliarne la composizione.

Sensibilizzare, informare, specializzare sono i pilastri su cui poggia R.I.T.A. che tra qualche mese darà vita all’omonimo centro antiviolenza di prossima apertura nel Comune di Seriate. R.I.T.A.

Sensibilizzare, informare specializzare, sono i pilastri su cui poggia RITA ispirandosi ad alcuni principi fondanti ossia: riservatezza e anonimato, l’attività viene svolta nel rispetto del segreto professionale; uguaglianza, ognuna di loro, nonostante le diversità sociali, religiose, economiche… verrà trattata nello stesso modo; gratuità, i servizi non sono a pagamento; centralità della donna.

© Riproduzione riservata

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.