• Abbonati
Un milione e 500mila euro

Treviglio, maxi bando regionale per sistemare la scuola media Grossi

Se il bando, che scadrà l'otto luglio, dovesse risultare vittorioso, Regione Lombardia sarà pronta a versare fino all'80% del valore del progetto

Presto il comune di Treviglio potrebbe avere a disposizione un tesoretto di un milione e 500mila euro da utilizzare per l’adeguamento sismico della scuola secondaria di primo grado Tommaso Grossi. Grazie a un bando di Regione Lombardia a cui l’amministrazione ha deciso di partecipare potrebbero presto arrivare queste risorse, a fondo perduto, da destinare alla messa a norma, per quanto riguarda il pericolo sismico, del complesso scolastico realizzato negli anni ’60.

Se il bando, che scadrà l’otto luglio, dovesse risultare vittorioso, Regione Lombardia sarà pronta a versare fino all’80% del valore del progetto, che si quantifica in un milione e 200mila euro, a cui si aggiungeranno i restanti 300mila euro messi a disposizione dal comune di Treviglio – prevista nel consiglio comunale di martedì 26 la variazione del bilancio di previsione per l’utilizzo di questi fondi -.

Il massiccio intervento, che andrebbe a realizzarsi nei mesi estivi del 2019, durante la pausa vacanze degli alunni, prevederà l’intero adeguamento sismico della struttura che ospita la scuola Grossi, con l’aggiunta di un cappottamento esterno che garantirebbe un efficientamento energetico e la sostituzione dei serramenti esterni.

Inoltre, sempre compreso nel progetto, l’adeguamento sismico della vicina palestra, utilizzata dagli alunni della scuola, che in questo caso non necessiterà del cappottamento ma solo di adeguamento sismico e sostituzione dei serramenti.

“Questo bando è l’opportunità che ci darebbe l’occasione di effettuare un intervento abbastanza strutturato su questo immobile – spiega l’Assessore alla Qualità della città Basilio Mangano – Noi confidiamo di poter essere ammessi e quindi di ricevere questo contributo. Confidiamo nella bontà del nostro progetto e quindi di poter usufruire di queste risorse”.

Vuoi leggere BergamoNews senza pubblicità?   Abbonati!
commenta

NEWSLETTER

Notizie e approfondimenti quotidiani sulla tua città.

ISCRIVITI