Quantcast
Patto "Bergamo sicura", saranno rilevate le targhe di tutti i veicoli - BergamoNews
La novità

Patto “Bergamo sicura”, saranno rilevate le targhe di tutti i veicoli

Accordo per la sicurezza urbana firmato in Prefettura dal Prefetto, Elisabetta Margiacchi, e dal Sindaco, Giorgio Gori

Prevenire e contrastare i fenomeni di criminalità diffusa e predatoria attraverso il rafforzamento dei sistemi di videosorveglianza in atto e, in particolare, tramite l’installazione di un sistema di telecontrollo per la rilevazione delle targhe dei veicoli in transito lungo le principali arterie di accesso alla città di Bergamo: questa la finalità del Patto per la sicurezza urbana firmato stamattina in Prefettura dal Prefetto di Bergamo, Elisabetta Margiacchi, e dal Sindaco di Bergamo, Giorgio Gori.

Il Protocollo, siglato ai sensi del decreto legge 20 febbraio 2017 n.14, convertito con la legge 18 aprile 2017, n.48 “Disposizioni urgenti in materia di sicurezza delle città”, prevede quale obiettivo primario, nell’ambito delle strategie congiunte volte a contrastare ogni forma di illegalità e a migliorare la percezione di sicurezza dei cittadini, l’installazione di dispositivi di ripresa delle immagini dei veicoli in prossimità dei principali accessi alla Città (vie per Orio, Briantea, Borgo Palazzo, Corridoni, Grumello, Correnti, Stezzano, Ramera, Bersaglieri, Autostrada) che consentirà la rilevazione e la gestione centralizzata di veicoli rubati o sospetti, potenzialmente in grado di arrecare danno sul territorio.

Il progetto, prima del prescritto iter presso i competenti uffici del Ministero dell’Interno, è stato oggetto di esame nell’odierna riunione del Comitato provinciale per l’ordine e la sicurezza pubblica, presieduta dal Prefetto Margiacchi, cui hanno preso parte – oltre al Sindaco Gori, al Vicesindaco, Sergio Gandi, ed al Comandante della Polizia Locale del capoluogo – il Questore di Bergamo ed i
Comandanti provinciali dei Carabinieri e della Guardia di Finanza.

commenta

NEWSLETTER

Notizie e approfondimenti quotidiani sulla tua città.

ISCRIVITI

Per favore, disabilita AdBlock per continuare a leggere.

Bergamonews è un quotidiano online gratuito che non riceve finanziamenti pubblici: l’unica fonte di sostegno del nostro lavoro è rappresentata dalle inserzioni pubblicitarie, che ci permettono di esistere e di coprire i costi di gestione e del personale.
Per visualizzare i nostri contenuti, scritti e prodotti da giornalisti a tempo pieno, non chiediamo e non chiederemo mai un pagamento: in cambio, però, vi preghiamo di accettare la presenza dei banner, per consentire a Bergamonews di restare un giornale gratuito.
Vuoi continuare a leggere BergamoNews senza pubblicità? Scopri come su bergamonewsfriends.it