BergamoNews it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Delitto di Seriate, Tizzani: “In due hanno ucciso mia moglie Gianna”

L’uomo resta indagato ma in un’intervista a Telelombardia ipotizza nuovi scenari per il delitto avvenuto la notte del 27 agosto 2016

A quasi due anni di distanza dall’omicidio della moglie Gianna Del Gaudio a Seriate, torna a parlare il marito Antonio Tizzani. L’uomo resta indagato, ma nell’intervista rilasciata alla trasmissione “Iceberg Lombardia” di Telelombardia, ipotizza nuovi scenari sul delitto avvenuto la notte del 27 agosto 2016 all’interno della villetta di piazza Madonna delle Nevi.

“Mentre io gridavo lui è scappato subito, acquattato – le parole di Tizzani – . C’è un dna, vuol dire che qui il socio lo ha chiamato. Ora stanno analizzando la sottoveste di Gianna, ma dopo 20 mesi. Ma non è una sottoveste, mia moglie non ne aveva. Aveva un vestito di quelli che si abbottonano, un vestito suo. Faceva caldo, aveva solo quel vestito addosso. Come mai dopo tutto questo tempo? Me lo sono chiesto anche io.

Trovando questo secondo dna adesso mi è venuto un dubbio, ma dico allora non era da solo. Erano in due? E questo non è scappato perché ha visto me, perché non si è mai girato verso di me. Forse è scappato perché il socio l’aveva chiamato. Quindi quello che vedevo io è scappato perché il socio lo ha chiamato, avrà detto “andiamo”. E lui se n’è andato. Forse non mi ha nemmeno sentito quando io gridavo. Mi è venuto questo dubbio”.

Quindi lei ipotizza che ci possa essere un complice dell’uomo incappucciato? “Erano di sicuro due a questo punto, altrimenti l’altro DNA da dove scaturisce?”

Si parlò di un fogliettino A4 portato via dalla borsetta di Gianna… “Nell’ultima lettera dei carabinieri delle cose che avevano sequestrato, c’è anche quel fogliettino. Ce l’hanno loro, cosa ci sia scritto sopra non lo so. Non me lo hanno mai dato”.

© Riproduzione riservata

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.