BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Superati i 4 milioni di raccolta: la bergamasca Opstart tra i leader dell’equity crowdfunding italiano

Oltre 650 investitori hanno utilizzato il portale Opstart per entrare nel capitale di Startup e PMI innovative in più di 30 campagne. La piattaforma bergamasca si conferma tra le migliori piattaforme italiane festeggiando il raggiungimento dei 4 milioni di raccolta complessiva.

Più informazioni su

Con i 75mila euro raccolti in meno di un’ora nel terzo round di Dreama Srl – la startup bergamasca delle marmellate in tubetto – Opstart supera la quota di 4 milioni di Euro investiti sul portale, attivo da marzo 2016.

Intelligenza artificiale, sharing economy, bitcoin e realtà virtuale. Questi alcuni dei settori delle iniziative imprenditoriali ospitate sinora sul portale che hanno catturato l’interesse di oltre 650 investitori per oltre mille sottoscrizioni (2 investitori su 3 hanno effettuato più di un investimento).

A soli 2 anni dal lancio del portale, Opstart si conferma così una delle piattaforme di riferimento del mercato italiano dell’equity crowdfunding. Un successo con una forte impronta bergamasca, se si pensa che ben 7 startup innovative finanziate hanno sede nella nostra provincia. E già si stanno preparando le prime exit: P2lay-to-Rehab Srl è prossima al lancio sul mercato di NiuRion, il gaming A.I. per la riabilitazione. Orwell Srl sta presentando VirtualSoccerZone (www.virtualsoccerzone.com) in un roadshow internazionale, raccogliendo l’attenzione di colossi dello sport entertainment; Wiralex Srl ha recentemente concluso un round d’investimento per 600mila Euro.

“Siamo estremamente soddisfatti di questo risultato – commenta Giovanpaolo Arioldi, General Manager di Opstart – conferma che l’equity crowdfunding sta prendendo finalmente piede anche in Italia, affermandosi come una delle principali fonti di sostegno allo startup d’impresa”.

“Conquistare la fiducia degli investitori – aggiunge Matteo Gustinetti, Advisor di Opstart – non è mai facile: l’approccio di Opstart è quello di selezionare attentamente le iniziative da pubblicare e offrire ai potenziali investitori un’ampia gamma di opportunità nei settori più promettenti. Ad oggi abbiamo analizzato oltre 250 business plan e incontrato più di 100 startup”.

A luglio verrà presentato dal Politecnico di Milano il III report sull’equity crowdfunding italiano: nei primi sei mesi dell’anno la raccolta fondi online per startup e Pmi innovative ha superato gli 11,5 milioni di euro e si attende una crescita del +150% sul 2017. “Forti di questi risultati – continua Arioldi – stiamo sviluppando una serie di progetti legati principalmente allo sviluppo della blockchain per rendere Opstart all’avanguardia e offrire ai nostri investitori strumenti sempre più vantaggiosi”.

In occasione del raggiungimento dei 4 milioni di raccolta complessiva, il team di Opstart desidera ringraziare tutti coloro, startup e investitori, che hanno creduto nello strumento dell’equity crowdfunding e nel portale.

Un particolare grazie a: PlaytoRehab Srl (345.000 euro raccolti); Nexapp Srl (65.100 euro), Raft Srl (45.000 euro), Nano Srl (452.800 euro), DropTo Srl (350mila euro), Orwell Srl (200mila euro), Borass Srl (53mila euro), GK Srl (115mila euro), NetToWork Srl (87.500 euro), Dreama Srl (337mila euro), Inpolitix Srl (73mila euro), Olzemusic Srl (130mila euro), Garden Sharing Srl (203.000 Euro), Cesynt Advanced Solution Srl (250mila euro), Everyware Srl (202.500), Rockgroup Srl (109.250), Criptomining Srl (109.250 Euro) e Wiralex Srl (159.500 euro).

Ad oggi si può investire nelle 6 campagne in corso sul portale: UbiObe, Enolò, Brandorbi, Friends, Weldpay e Bloovery. Registrandosi su www.opstart.it è possibile approfondire ogni offerta prendendo visione dei documenti delle società.

© Riproduzione riservata

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da BUZZURRO

    In merito a Olzemusic Srl (130mila euro)
    mi sembra abbia avuto una valutazione
    iniziale di circa un milione di euro.

    Ora quanto è la sua valutazione ?

    Grazie