BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Nuova scuola Montessori, lavori spediti: “Speriamo d’inaugurarla a settembre” fotogallery video

Un iter lungo e travagliato, ma il traguardo è vicino. Sono 22 le aule in totale e 50 le persone al lavoro. La Fondazione: "Stiamo correndo"

Un iter lungo e travagliato, ma la nuova scuola Montessori inizia a prendere forma. E, soprattutto, vede il traguardo. La grande gru che svetta sul Polaresco, tra Longuelo e la rotatoria della Briantea, è il simbolo del cantiere ripartito lo scorso 13 novembre, dopo i problemi logistici sorti a fine estate che avevano finito col rallentare nuovamente i lavori (ovvero il rinnovo della convenzione con il Comune di Bergamo e la messa a punto del contratto d’appalto alla Edilco Srl di Martinengo dopo le vicissitudini giudiziare delle ditte precedenti).

Il cantiere della nuova scuola

La speranza è quella di inaugurare la scuola entro settembre, così da ospitare i circa 300 alunni pronti a trasferirsi da viale Vittorio Emanuele con l’inizio dell’anno scolastico: “Stiamo correndo, l’impresa sta dimostrando grande serietà ma al momento non possiamo ancora sciogliere la riserva sull’inaugurazione – commenta con prudenza Fanny Honegger, presidente della Fondazione Montessori -. Ancora non sappiamo se saremo costretti a traslocare a dicembre, quel che è certo è che stiamo facendo tutto il possibile per farci trovare pronti”.

Come riportato su un pannello informativo all’esterno del cantiere, la conclusione dei lavori è prevista per il 31 luglio. Se visti da fuori i lavori sono a buon punto (con le finestre colorate e l’ampio ingresso per studenti e docenti ormai completati) all’interno ci sono ancora “parecchie cose da sbrigare – come spiega la stessa Honegger -. Le opere di urbanizzazione sono completate, pavimentazioni e corridoi sono a buon punto”. Anche “i lavori dei servizi igienici sono quasi ultimati, resta da sistemare il giardino esterno. Quello, probabilmente, non sarà comunque pronto entro settembre”.

Una cinquantina le persone al lavoro per completare un’opera da 4,5 milioni di euro circa. Ventidue le aule in totale (tra i 50 e i 55 mq l’una) compresi i laboratori di musica, arte e lingue. “Novità nell’offerta formativa? Stiamo lavorando anche per questo – conclude la presidente della Fondazione – ma ora siamo fortemente concentrati sulla fine dei lavori, nei quali stiamo mettendo grande impegno ed energie. Dopodiché, vedremo di ottimizzare tutti i progetti che abbiamo in mente per i nostri alunni”.

© Riproduzione riservata

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.