Maria e Linda, ragazze down e il loro percorso per essere assistenti parrucchieri - BergamoNews
La storia

Maria e Linda, ragazze down e il loro percorso per essere assistenti parrucchieri

Un progetto innovativo e unico capace di offrire una preziosa occasione di professionalizzazione e di inserimento nel mondo del lavoro

Prende vita la collaborazione di BGY con l’Associazione Italiana Persone Down di Bergamo per raccontare la vita dei ragazzi con sindrome di Down. Con lo scopo di dare voce alle esperienze, le avventure, le fatiche e le gioie del percorso di crescita verso l’autonomia dei ragazzi.

Il 7 maggio scorso presso la sala congressi dell’hotel Crystal Palace di Bergamo si è tenuta la Cerimonia di Consegna Diplomi ai corsisti del Progetto “Bellezza in tutte le sue forme”, corso di formazione per “assistenti parrucchieri” organizzato dall’azienda Alfaparf in collaborazione con l’Associazione Italiana Persone Down di Bergamo e l’Associazione Genitori Persone Down di Milano.

Quello appena concluso è il 4° corso, e si è diplomata la quarta classe di assistenti al parrucchiere.
L’obiettivo del progetto è quello di formare al lavoro e in particolare alla mansione dell’assistente parrucchiere.
Formatori sono 5 tecnici volontari dell’azienda Alfaparf, multinazionale che produce e distribuisce prodotti professionali per parrucchieri e centri estetici. Al loro fianco 3 educatori professionali delle associazioni.
Da questa sinergia è nato un progetto innovativo e unico capace di offrire una preziosa occasione di professionalizzazione e di inserimento nel mondo del lavoro.

Ora due delle corsiste vi racconteranno la loro esperienza.

Buongiorno a tutti,
sono Maria Chigioni, abito a Seriate, in provincia di Bergamo, ho 20 anni e ho frequentato il corso “Bellezza in tutte le sue forme” di Alfaparf insieme a Michela, Sonia, Veronica, Linda, Davide, Lucia e Alice. Ho scelto di partecipare al corso perché mi sarebbe piaciuto fare la parrucchiera. Con il corso ho scoperto che è bello fare l’assistente al parrucchiere. È bello accogliere le persone che entrano in negozio, offrire il caffè e i giornali, piegare le salviette, pulire i pavimenti dai capelli tagliati e pulire le spazzole…
Fare tutte queste cose nel salone mi rilassa, perché sono sempre in movimento e mi sento felice. Ho imparato anche a fare il massaggio ai capelli, anche se non l’ho fatto nel salone di Tiziana. Un pochino mi è dispiaciuto non fare lo shampoo in salone, ma vorrei farlo anche io per il futuro. Ho scoperto che nel salone bisogna essere molto educati.
Mi sono dovuta impegnare tanto per essere grande in un posto di lavoro.
Sono felice di essere riuscita a fare tutto!
Ciao e a presto
Maria

Buongiorno a tutti,
mi chiamo Linda, ho 29 anni e abito a Ossona, in provincia di Milano.
Mi sono iscritta al corso di assistente al parrucchiere perché me lo hanno consigliato i miei genitori e mi hanno detto che sarebbe stato utile. Io non sapevo come sarebbe stato il corso, ma ho scoperto che per imparare cose nuove bisogna metterci la volontà e la grinta.
Durante il corso e lo stage ho accolto i clienti, ho messo a posto i carrelli, ho riordinato i bigodini, ho pulito gli specchi, ho scopato il pavimento, ho provato a lavare i capelli e ho socializzato con persone nuove come i compagni di corso, i tecnici Alfaparf e con la proprietaria e le parrucchiere dove ho fatto lo stage.
Ringrazio per questa bella esperienza i tecnici Cinzia, Patty, Eli, Roberta e Dario, i miei genitori Rosanna e Desiderio, Betty e gli educatori.”
Ciao a tutti e arrivederci.
Linda

Visita la pagina facebook del progetto metti mi piace e condividi! Le cose belle non vanno tenute solo per sé!
Bellezza in tutte le sue forme.

leggi anche
  • Aipd bergamo
    Ragazzi con sindrome di Down: BGY racconterà il loro percorso verso l’autonomia
    associazione-italiana-persone-down
  • Le storie
    Ragazzi con sindrome di Down, la loro estate per diventare grandi
    ragazzi down
  • La lettera
    I ragazzi Down e il cromosoma dell’amore: “Mi piace quando mi chiama cucciolina”
    ragazzi down
  • Economia
    Alfaparf Group si rifà il trucco e si affida ad Akqa
    alfaparf
commenta

NEWSLETTER

Notizie e approfondimenti quotidiani sulla tua città.

ISCRIVITI

Per favore, disabilita AdBlock per continuare a leggere.

Bergamonews è un quotidiano online gratuito che non riceve finanziamenti pubblici: l’unica fonte di sostegno del nostro lavoro è rappresentata dalle inserzioni pubblicitarie, che ci permettono di esistere e di coprire i costi di gestione e del personale.
Per visualizzare i nostri contenuti, scritti e prodotti da giornalisti a tempo pieno, non chiediamo e non chiederemo mai un pagamento: in cambio, però, vi preghiamo di accettare la presenza dei banner, per consentire a Bergamonews di restare un giornale gratuito.
Vuoi continuare a leggere BergamoNews senza pubblicità? Scopri come su bergamonewsfriends.it