BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

È Donizetti Night, un palcoscenico lungo una città: 80 appuntamenti in musica, parole e danza fotogallery video

Il grande sipario in Porta Nuova si spalanca sul Sentierone già dalle prime ore del pomeriggio. Al tramonto, come le cose più belle, si apre la Donizetti Night 2018. La notte bergamasca dedicata al compositore Gaetano Donizetti. Un palcoscenico che si snoda lungo il cuore di città bassa, da piazza Santo Spirito a piazza Pontida. L’idea di Francesco Micheli, direttore artistico del festival Donizetti Opera, prende vita sui 21 diversi palcoscenici allestiti per ospitare circa 80 appuntamenti in musica, parole e danze. Cortili, chiostri e strade questa notte non parlano che la musica di Donizetti.

donizetti night 2018

La programmazione si articola in tre macro aree tematiche:
“Donizetti da salotto” per la zona di piazzetta Santo Spirito/via Tasso;
“Donizetti da favola” per i più piccoli ma non solo, attorno al cantiere del Teatro Donizetti e in piazza Dante;
“Donizetti da strada” da via Vittorio Emanuele a largo Rezzara, per la programmazione più “pop”, innovativa e sperimentale.

planimetria

Novità nella zona del cantiere del Teatro Donizetti: in piazza Cavour, intorno al monumento a Gaetano Donizetti, sarà allestita la Donizetti Beach, a cura di Alice Benazzi e Paola Rivolta, dove si desidera raccontare in maniera fiabesca la dimensione umana di Gaetano Donizetti: come il compositore ha reso immortali personaggi della storia attraverso la musica, il linguaggio popolare della Night cerca di portare i giovani vicino al monumento a lui dedicato e alla sua dimensione terrena, per salpare su un mare di grande immaginazione tra le note delle opere che compiono duecento anni. La stessa colonna sonora sarà alla base di “Donizetti Live Panting”, progetto di Pigmenti con due artisti di fama internazionale, Nemo’s e Luogo Comune, che trasformeranno la recinzione del cantiere in una grande tela dedicata alle opere donizettiane.

L’edizione 2018 sarà caratterizzata da tre appuntamenti, in cima a una lista ideale degli eventi da non perdere. Primo in ordine cronologico è Dante da camera: l’Inferno in salotto, in scena alle 20.30 nella Corte della Biblioteca Caversazzi, spettacolo con drammaturgia e testi del direttore scientifico della Fondazione Paolo Fabbri e con versi di Dante Alighieri. Firma la regia l’attore bergamasco Maurizio Donadoni che torna in coppia con Fabbri per vestire i panni di Alighiero Dantone, declinazione del Sommo poeta, affiancato dallo stesso musicologo nel ruolo di Virgil Smith. Con loro il baritono Bruno Taddia – fra i più applauditi interpreti del Donizetti Opera 2016 nel ruolo di Olivo nell’opera Olivo e Pasquale – che sarà il Satanasso melomane. Al pianoforte Andrea Corazziari eseguirà musiche di Giuseppe Balducci, Gaetano Donizetti, Adauto Gaggi, Liszt Ferenc e Gioachino Rossini; i costumi sono a cura della Scuola di moda “Fashion Atelier” di Bergamo con il coordinamento artistico di Jana Grossmann.

Alle 21.30, al Palazzo della Provincia, la produzione della Fondazione Teatro Donizetti, in collaborazione con il Conservatorio cittadino, dell’opera comica in un atto Rita, composta da Donizetti nel 1840 su versi di Gustave Vaëz. Sul podio dell’Orchestra del Conservatorio salirà Roberto Frattini, Francesca Longa sarà Rita, Luigi Albani sarà Beppe, Giorgio Valerio Gasparo e come narratore interverrà Pietro Ghislandi che, con lo stesso Frattini, cura l’adattamento dei dialoghi di questa produzione. La regia è affidata a Luis Ernesto Doñas del Gruppo Regia di “Fabbrica” Young Artist Program del Teatro dell’Opera di Roma, importante progetto di studio e avviamento al palcoscenico realizzato dal teatro della Capitale.

Alle 22.30 l’opera-concerto Donizetti Tudor, arie e abiti per le regine inglesi, un inedito viaggio musicale in cui si intrecciano le vicende delle regine Tudor – Elisabetta I, Anna Bolena, Maria Stuarda – protagoniste immortali di molte opere di Donizetti. Lo spettacolo è ideato da Francesco Micheli per il palcoscenico principale della Donizetti Night, in viale Roma (Torre dei Caduti) con la scenografia naturale di Città Alta. Per questa occasione così importante, il direttore artistico del festival Donizetti Opera ha voluto al suo fianco una famosa imprenditrice di moda bergamasca, Tiziana Fausti, che selezionerà gli abiti di scena dei tre soprani protagonisti, attingendo alla propria collezione attuale e all’archivio che comprende meravigliosi pezzi vintage da collezione. Gli abiti scelti da Tiziana Fausti si alterneranno con i costumi di scena di ispirazione elisabettiana disegnati da Cinzia Mascheroni – responsabile della sartoria del Donizetti – grazie ai quali si svilupperà questo percorso fra potere, amori e moda. Protagoniste vocali dei celebri personaggi donizettiani saranno Sonia Ciani (Elisabetta), Angela Nisi (Maria Stuarda e Giovanna Seymour) e Marta Torbidoni (Anna Bolena), guidate in scena dalla narrazione dello stesso Francesco Micheli, con l’Orchestra I Pomeriggi Musicali diretta da Michele Spotti.

Oltre ai tre appuntamenti caratterizzanti l’edizione 2018, il pubblico potrà assistere a decine di spettacoli disseminati lungo le tre aree tematiche. Sarà la parata inaugurale – che ha preso il via alle 19 da Piazzetta Santo Spirito – della Banda musicale “Don Guerino Caproni” di Carrobbio degli Angeli diretta da Silvano Brusetti a dare inizio alla Donizetti Night.

Nella zona “Donizetti da salotto” saranno protagonisti gli allievi di Conservatorio Donizetti, la Corale Santa Maria Annunziata di Serina, l’Ensemble Matteo Salvi, il Gruppo strumentale femminile, il Donizetti Opera Ensemble, il soprano Kremena Dilcheva e il tenore Luca Bodini. Il Quintetto di fiati “Orobie” sarà impegnato con Bernardino Zappa e il soprano Holly Czolacz nello spettacolo “Il volo del Gufo”, piccola anticipazione del prossimo festival Donizetti Opera. E ancora le melodie donizettiane per glassarmonica con Sasha e Sebastian Reckert, i Solisti di Achrome Ensemble, il Fabrizio Garofoli Trio e l’organo di Simone Vebber per un originale concerto basato sui suggerimenti del pubblico.

Nella zona “Donizetti da favola” protagonisti saranno Gli Harmonici, i Piccoli Musici, il Coro degli studenti del Liceo Musicale Statale “Secco Suardo” di Bergamo; a piazza Dante – nuovo spazio del 2018, immaginaria fiera d’epoca – Opera Guitta, spettacolo scritto e diretto da Antonio Vergamini, con Nicanor Cancellieri, Irene Geninatti Chiolero, Franca Pampaloni, in collaborazione con Mirabilia Festival e Spazio Circo Bergamo e in collaborazione con il Théâtre de Colombier. In programma anche l’Elisir d’a ore con I Burattini di Daniele Cortesi, Maté Teatro con uno spettacolo realizzato grazie ai commercianti di via San Michele e il TTB Teatro Tascabile Bergamo che stupirà il pubblico con una versione originale la Night del loro celebre “Valzer”, questa volta basato sulle pagine del compositore cittadino.

Nel tratto “Donizetti da strada” si potrà assistere al concerto in tre parti – in una scenografia che certamente stupirà il pubblico – offerto da SACBO e BGY BIS International Services “Donizetti Nightfly: Rock”, “Donizetti Nightfly: Pop” e “Donizetti Nightfly: Dance” i cui protagonisti saranno gli allievi e i docenti della IMA Italian Music Academy; unica eccezione “extra-donizettiana” sarà il balletto d’azione di Monica Casadei Il barbiere di Siviglia su musiche di Gioachino Rossini nell’anno del 150° anniversario della morte del compositore pesarese, omaggiato in tutta la programmazione dell’anno; NicoNote propone “Donizetti Limbo Session”, il Quartetto Kaosmos “GaetanTime”. In Largo Rezzara si alterneranno i Knobs e le loro sessioni “Donizetti Rave” e “Donizetti Disco” con programmi di musica elettronica dal vivo ispirata a temi donizettiani con il Soncino Percussion Ensemble (“Drummin’ Gaetano”) e con DJ’Tano (Donizetti Dj).

Prima dell’inizio della Donizetti Night, dalle 18 alle 20, al Bar del Parco Suardi si potrà partecipare a “Aperitivo con delitto a tema donizettiano”, di e con Fabiano Facchetti e Teatro Lavori in Corso, con il soprano Luana Lombardi e Giulio Marazia al pianoforte.

La Donizetti Night ospiterà anche degli eventi continuativi come la mostra-laboratorio “Udite, udite, o rustici!”, esposizione dei costumi realizzati dagli allievi della Scuola di Moda Fashion Atelier di Bergamo, con il coordinamento artistico di Jana Grossmann e dei bozzetti realizzati dagli studenti del liceo Artistico Fantoni in una messa in scena pensata da Eleonora Moro con gli studenti del Liceo Sarpi. In piazza Dante ci sarà il Ludobus della Cooperativa Sottosopra e il Truccabimbi del Magico mondo di Mari. Davanti Palazzo Frizzoni “Il fondale degli Angeli”: Angelo Sala e Angelo Andreoli insieme agli studenti del Liceo Artistico “Andrea Fantoni” dipingeranno fondali d’opera. In Largo Gavazzeni ci sarà anche spazio per le maschere di Franz Cancelli con “In carrozza con Gaetano”.

© Riproduzione riservata

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.