BergamoNews it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

“Donizetti recomposed”, un nuovo modo di sentire (e vedere) la lirica

In occasione della Donizetti night, all'esterno del Teatro Donizetti verrà messa in scena una particolare interpretazione dell'aria "Una furtiva lagrima"

Più informazioni su

“Una furtiva lagrima, negli occhi suoi spuntó…”

Donizetti recomposed

Probabilmente l’aria più bella del compositore Gaetano Donizetti, certamente è la più conosciuta. La struggente e commovente romanza dell’Elisir d’amore cantata da Nemorino, innamorato della bella Adina, è nel cuore di tutti gli appassionati di lirica (persino il regista Woody Allen ne è rimasto rapito usandola come colonna sonora del suo “Match Point”).  Galeotta fu la lacrima nell’ottava scena del secondo atto dell’opera donizettiana: Nemorino capisce di essere ricambiato da Adina nel suo amore e noi spettatori rimaniamo per sempre stregati dal suo Elisir.

Non poteva, quindi, che ricadere in “Una furtiva lagrima” la scelta della IMA (Italian music Academy) per “ricomporre” Donizetti in occasione della Donizetti Night che animerà le vie del centro di Bergamo sabato 16 giugno a partire dalle 18.30.

“Sabato all’esterno del Teatro Donizetti metteremo in scena la nostra particolare interpretazione dell’aria “Una furtiva lagrima” dal titolo “Donizetti recomposed” – ci racconta Fabrizio Frigeni, autore delle musiche riarrangiate –   Il progetto prevede la rivisitazione di 10 brani in chiave moderna, elettronica e fashion ed ha come obiettivo quello di promuovere la cultura della musica e avvicinare i giovani ad un grande compositore come Donizetti.”

La portata innovativa del progetto viene già presentata e racchiusa in un trailer originale made in Bergamo girato al Castello di Valverde, nella chiesa di San Tomè e a Stone city a Bolgare e che vedono come protagoniste due modelle Sofia Inglese, giovane bergamasca, nel ruolo di Adina dall’Elisir e Giulia Ciancio in quello di Isotta dal poema «Tristano e Isotta» e la voce di Simona Bovino.

“È un progetto nato all’unione di diverse competenze (musicali, registiche, attoriali) – conclude Frigeni – con l’intento di avvicinare la lirica ai giovani e di svecchiarla con la scelta del pop melodico e della musica elettronica. Originale è anche la scelta di una voce femminile, a differenza della scelta donizettiana. Verrà musicato in anteprima in centro a Bergamo in occasione della Night ed è stato realizzato con la collaborazione dello studio di registrazione Zero Crossing Records nella persona di Simone Prandin e Daniele Cabrini, regista del video.”

© Riproduzione riservata

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.