BergamoNews it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

A Bergamo la Tari si paga anche online: “Un’agevolazione per cittadini e Comune”

L'annuncio dell'assessore Giacomo Angeloni: "La tassa sui rifiuti si potrà pagare in modo più facile e veloce già da giugno"

Dalla prima settimana di giugno pagare la Tari a Bergamo è più semplice: ad annunciarlo è l’assessore ai servizi demografici Giacomo Angeloni che, nella mattinata di sabato 9 giugno ha presentato la nuova modalità online di pagamento della tassa dei rifiuti : “Sono giunte la scorsa settimana a casa di circa 67000 cittadini bergamaschi le bollette con la richiesta di pagamento dell’imposta TARI e, oltre alla tradizionale possibilità di pagare attraverso la modalità F24, è stato attivato il pagamento attraverso il portale online LinkMate – illustra l’assessore –. Il portale è già conosciuto dai cittadini bergamaschi in quanto da’ la possibilità di calcolare l’importo dovuto per IMU e TASI (senza poterle pagare), tuttavia ciò interessava solo i cittadini possessori di immobili, mentre con la novita’ TARI l’interesse si estende a tutti”.

Come anticipato il pagamento della tassa da parte degli abitanti del capoluogo potrà avvenire sia in maniera tradizionale con il modello F24, sia attraverso la piattaforma online, accedendo al portale LinkMate e sfruttando le diverse modalità presentate: “I cittadini potranno accedere al portale in quattro modi : registrandosi, utilizzando le credenziali già usate per il calcolo di IMU e TASI, utilizzando il Sistema Pubblico di Identità Digitale (SPID) oppure inserendo il proprio codice fiscale, il numero di documento e per il primo accesso è richiesto anche un indirizzo email, al quale verrà inviata la ricevuta di effettivo pagamento – spiega Siro D’Aniello, responsabile di Advanced Systems per il Comune di Bergamo –. Una volta completato l’accesso, il cittadino avrà la possibilità di pagare l’importo intero oppure in quattro rate e, in base alla scelta compiuta, verrà poi trasferito su PagoPA, il servizio di pagamenti elettronici dell’Agenzia per l’Italia Digitale, dove potrà scegliere se saldare il debito dovuto con carta di credito, con bonifico (nel caso la banca aderisca al servizio) o con altre modalità di pagamento”.

Un sistema semplice e veloce quello offerto da LinkMate che già negli scorsi mesi ha avuto un’ottima accoglienza da parte dei bergamaschi (già 18312 iscritti, di cui 12348 attivi) e che ha reso il pagamento dei tributi più efficiente, come conferma Giacomo Angeloni: “Da circa sei mesi sul portale online è possibile pagare anche la COSAP, la tassa dovuta per l’occupazione di suolo pubblico e, benché si tratti di un tributo che coinvolge principalmente gli addetti ai lavori, abbiamo riscontrato un dato efficiente come 476 pagamenti per un totale di 189.000 euro dall’attivazione del servizio. Inoltre da un anno circa è possibile pagare online sia verbali che avvisi di multa e nel corso del 2017 abbiamo riscontrato un aumento dei pagamenti di circa 7 %”.

Dopo la novità Tari, il Comune di Bergamo pensa già il futuro con l’attivazione di nuovi servizi di pagamento online, come confessa l’assessore Angeloni: “Con questa modalità le procedure non sono più snelle solo per i cittadini, ma anche per l’ufficio tributi del Comune che riceve direttamente il flusso di pagamento. Il prossimo step sarà quello di rendere effettuabile il pagamento delle tasse riguardanti i servizi cimiteriali, mentre in prospettiva, con l’arrivo del nuovo anno scolastico, punteremo ad inserire anche la riscossione della tassa di iscrizione e delle mense agli istituti scolastici gestiti dal Comune”.

© Riproduzione riservata

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.