BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

I profughi lasciano Valleve: l’hotel di San Simone vuoto entro fine settimana

I richiedenti asilo attualmente presenti sono 29: a giorni sarà completato il loro spostamento, a piccoli gruppetti, in altre strutture della provincia di Bergamo.

Più informazioni su

Nella primavera dello scorso anno, in piena emergenza sbarchi sulle coste italiane, nella piccola frazione di San Simone nel Comune di Valleve erano arrivate decine di richiedenti asilo, principalmente dall’Africa e dal Bangladesh.

La struttura prescelta era stato l’ex hotel che si affaccia sulle piste da sci, gestito dalla cooperativa Ubuntu, proprio per l’enorme capacità ricettiva che, in un momento storico in cui di tempo per fare calcoli ce n’era poco se non nullo, rappresentava quasi un’eccezione.

Un trasferimento che, allora, era stato accolto con parecchio scetticismo visto l’impatto numerico dei migranti, arrivati anche a 120, su un Comune di 133 abitanti.

A febbraio di quest’anno, poi, la situazione si era scaldata per la manifestazione pacifica inscenata da una trentina di migranti che avevano bloccato la strada per chiedere di essere trasferiti altrove e avevano scatenato l’immediata reazione della Lega Nord provinciale.

Ora, a distanza di un anno dai primi arrivi in alta valle Brembana, la Prefettura di Bergamo sta completando lo svuotamento della struttura, operazione che dovrebbe essere perfezionata entro la fine della settimana.

L’obiettivo del completo svuotamento era già da tempo nei pensieri di via Tasso che avrebbe voluto arrivare al risultato in tempi più rapidi, trovandosi però a fare i conti con gli sbarchi incessanti e una situazione emergenziale che non accennava a mollare la presa.

Ad oggi i richiedenti asilo rimasti a San Simone sono 29 e nei prossimi giorni verranno trasferiti in altre strutture della provincia, secondo un criterio di ampia distribuzione, tenuto conto che quasi tutti i centri di accoglienza, in questa fase di oggettivo calo degli arrivi, avranno la possibilità di accogliere uno o due migranti provenienti da Valleve.

© Riproduzione riservata

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.