BergamoNews it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

“La prima volta”: la rubrica di BGY sulle indimenticabili esperienze della vita

La prima volta è diversa, sempre. La prima volta non ha età.

Più informazioni su

È la prima volta, può essere anche l’ultima. Avrà effetti sul futuro, è la destinazione del passato. Se ne ha ricordo: lascia segni indelebili. E’ indifferente: è semplicemente un passo che, incontrato lungo il cammino naturale, era necessario fare. La prima volta è diversa per tutti ma -cadendo nell’abisso della banalità- non si scorda mai, positiva o negativa che sia. “La prima sbornia”, “Il primo viaggio”, “Il primo bacio” e, sì, anche quella “Prima volta per antonomasia”: BGY dà il benvenuto alla sua nuova rubrica “LA PRIMA VOLTA” scritta da Anna Mocchi e illustrata da Filip Enea, studente di grafica e incisione d’arte all’accademia di Brera.

Paura prima, sollievo dopo.
Sorpresa durante.
Schifo prima, durante e dopo.
Felicità prima, durante e dopo.
Indifferenza: non ricordarsi nulla.
Incubo: desiderio di dimenticare tutto.
Estasi: realizzare solo successivamente.

La prima volta è diversa, sempre. La prima volta non ha età. Può essere un sogno, può rimanere un sogno. È un punto di domanda che pesa sulle nostre spalle ma è anche apatia. La prima volta, forse, mai ci sarà.
Può seguire il sentimento, può essere programmata . “Programmato” però non sempre è sinonimo di “perfetto” e “naturale” forse sarà accompagnato da “sorpresa”.

La prima volta non segue indicazioni precise ma ci indirizza verso ciò che sarà meglio fare caso mai ci fossero altre volte. Se mai dovesse andare storta, spesso, ha colpa perché “è la prima”. Se si è fortunati, la maggior parte dei casi, viene perdonata perché “è la prima”. Ma questa “prima volta” scandalizzerà a tal punto da essere “l’unica” o emozionerà fino a diventare “unica” rispetto alle seguenti?

Chi lo sa. Non si è soli in quest’universo: la persona giusta, le compagnie adatte, il giorno perfetto, il momento più consono. Non tutto dipende dal singolo. Chi vivrà vedrà e chi non proverà vivrà lo stesso.

© Riproduzione riservata

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.