L'Itc Belotti premiato dal Politecnico di Milano - BergamoNews
Bergamo

L’Itc Belotti premiato dal Politecnico di Milano

Per la categoria Scuola Secondaria di Secondo grado ha vinto l’Itc Belotti di Bergamo con la narrazione Identità e relazioni, tra differenze di genere, stereotipi e discriminazioni.

Una scuola di Bergamo è risultata vincitrice martedì 5 giugno al Politecnico di Milano a Policultura, il concorso di storytelling digitale collaborativo a scuola più ampio al mondo.
Per la categoria Scuola Secondaria di Secondo grado ha vinto l’Itc Belotti di Bergamo con la narrazione Identità e relazioni, tra differenze di genere, stereotipi e discriminazioni.

Questa la motivazione: Narrazione di approfondimento sulle disparità e gli stereotipi di genere, con focus sulla condizione femminile. Notevolissima anche la rielaborazione delle fonti usate per produrre contenuti accurati e variegati (grafici, video, interviste, drammatizzazioni), costruiti in modo da mettere a tema efficacemente il problema nei suoi aspetti essenziali. Ottimo anche il lavoro di coinvolgimento di testimonial diversi, provenienti da esperienze e campi disparati (es. teatro, sport). Evidentissimi non solo il coinvolgimento, ma anche il lavoro di team che i ragazzi hanno saputo condurre nelle varie fasi di sviluppo della narrazione, veri protagonisti della costruzione e rielaborazione della conoscenza attraverso compiti autentici. Un encomiabile esercizio di cittadinanza.

LINK alla narrazione digitale: http://www.1001storia.polimi.it/concorso/policultura2018/p_3662/

Più di 250 studenti e docenti delle 22 scuole finaliste provenienti da tutta Italia hanno affollato ieri le aule del Politecnico di Milano per la premiazione del Progetto Policultura, il concorso attivo dal 2006 ha coinvolto fino ad oggi 37.000 studenti, 3.000 docenti e 18 paesi europei ed extra europei, dalla scuola dell’infanzia alla scuola secondaria superiore.

commenta

NEWSLETTER

Notizie e approfondimenti quotidiani sulla tua città.

ISCRIVITI

Per favore, disabilita AdBlock per continuare a leggere.

Bergamonews è un quotidiano online gratuito che non riceve finanziamenti pubblici: l’unica fonte di sostegno del nostro lavoro è rappresentata dalle inserzioni pubblicitarie, che ci permettono di esistere e di coprire i costi di gestione e del personale.
Per visualizzare i nostri contenuti, scritti e prodotti da giornalisti a tempo pieno, non chiediamo e non chiederemo mai un pagamento: in cambio, però, vi preghiamo di accettare la presenza dei banner, per consentire a Bergamonews di restare un giornale gratuito.
Vuoi continuare a leggere BergamoNews senza pubblicità? Scopri come su bergamonewsfriends.it